Assistenza Consumatori
800.911.939

Product was successfully added to your shopping cart.
Esigenza
Ossa e denti
Funzione principale
Benessere ossa e denti
Beneficio aggiuntivo
Sostiene il sistema immunitario e la funzione muscolare

VITAMINA D VEGANA Pastiglie

Breve descrizione

Integratore alimentare a base di vitamina D di origine vegetale. La vitamina D contribuisce all’assorbimento e utilizzo di calcio e fosforo, aiuta a mantenere i normali livelli di calcio nel sangue, promuove il benessere di ossa e denti, interviene nel processo di divisione cellulare e sostiene il sistema immunitario e la funzione muscolare.

FORMATI DISPONIBILI

VITAMINA D VEGANA - pastiglie

30 g -
14,90 €

Disponibilità: Disponibile

  ( 0.12 € per dose )
60 pastiglie da 500 mg (120 dosi da mezza pastiglia)
Quantità di VITAMINA D contenuta in 1 pastiglia: 100 mcg (4000 UI)

Farmadati: 976220552
CERCA SU AMAZON
CERCA SU SHOPPING

Dr. Giorgini non effettua vendita diretta ai Consumatori ma inoltra a siti con prodotti gestiti da Clienti

  TROVA PUNTO VENDITA

Le recensioni sono opinioni personali dei clienti e i risultati possono variare da persona a persona in base a diversi fattori.

  1. Recensisci per primo questo prodotto

Scrivi la tua recensione

Consigli d'uso

Si consiglia l’assunzione di mezza pastiglia una volta al giorno durante uno qualsiasi dei pasti (pastiglie divisibili a metà).

Tabella nutrizionale

**Quantità equivalente a 2000 UI o unità internazionali. NRV= Valore nutritivo di riferimento.

Ingredienti

Cellulosa microcristallina°, gomma arabica°, maltodestrine da mais o riso, calcio fosfato bibasico, calcio carbonato, silicio biossido°°; miscela di vitamina D2 (ergocalciferolo) e vitamina D3 (colecalciferolo) di origine vegetale (estratte rispettivamente da canna da zucchero e lichene Cladonia rangiferina); magnesio stearato di origine vegetale°°.
°Agente di carica.
°°Antiagglomerante.

Informazioni aggiuntive

Prodotto adatto ai vegani.

Avvertenze

Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e devono essere utilizzati nell’ambito di uno stile di vita sano. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Il prodotto deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età.

Informazioni sugli ingredienti per gli addetti del settore

«Due sono le principali fonti di Vitamina D, la Vitamina D2 (ergocalciferolo) e la Vitamina D3 (colecalciferolo). La Vitamina D2 è quella più spesso aggiunta al latte, agli altri alimenti e agli integratori ed è di origine vegetale. Una delle fonti più ricche di Vitamina D2 è la Canna da zucchero (Saccharum officinarum). Le fonti naturali di Vitamina D3 sono principalmente di origine animale: l’olio di fegato di merluzzo, i pesci delle acque del Nord (sgombro, salmone, aringa e così via), il burro e il tuorlo d’uovo. I vegetali contengono poca Vitamina D; tra questi, le fonti migliori sono le verdure a foglie verdi scure.

Ultimamente si sono trovate alte concentrazioni di Vitamina D3 in alcune specie di licheni, organismi simbiotici composti da funghi e alghe (e/o cianobatteri). Una delle specie che ne contiene di più è sicuramente la Cladonia rangiferina, un lichene indispensabile nella dieta di renne e caribou, che vivono a latitudini caratterizzate da inverni lunghi e molto bui. I licheni rappresentano una fonte vitale di Vitamina D che verrebbe a mancare a causa dell’irraggiamento solare praticamente nullo durante l’inverno, compromettendo la salute di questi animali[1].

Ormai è cosa nota a tutti che la vitamina D viene prodotta dal nostro organismo grazie all’esposizione ai raggi solari. Tuttavia, bisogna tenere presente che «quando i raggi ultravioletti del sole (U.V.) penetrano la pelle cominciano a ossidare le molecole di acqua trasformandole in idrossili: i radicali liberi più pericolosi. Quando la produzione di idrossili raggiunge un certo livello provoca il cancro della pelle»[2]. Quindi l’esposizione troppo prolungata al sole può avere anche sviluppi negativi.

La carenza di Vitamina D provoca rachitismo nei bambini e osteomalacia negli adulti. Il rachitismo, caratterizzato da un’incapacità a calcificare la matrice ossea, provoca rammollimento delle ossa del cranio, flessione delle ossa delle gambe, incurvatura della colonna vertebrale e aumento delle dimensioni articolari.

La carenza di Vitamina D si riscontra al giorno d’oggi soprattutto tra gli anziani che non si espongono al sole a sufficienza, in particolare tra coloro che vivono nelle case di riposo. Le conseguenze sono mancanza di forza, riduzione della densità ossea e dolore articolare.

La Vitamina D è nota in particolare per la sua capacità di stimolare l’assorbimento del Calcio. Vi sono tuttavia varie forme di Vitamina D, ciascuna delle quali esercita un diverso livello di attività sul metabolismo del Calcio. Nella cute, la luce solare  trasforma il precursore della vitamina D, 7-deidrocolesterolo, in Vitamina D3 (colecalciferolo). Viene poi trasportato verso il fegato e convertito da un enzima in 25-idrossicolecalciferolo, che è cinque volte più potente del colecalciferolo. Un enzima nei reni converte poi il 25-idrossicolecalciferolo in 1,25-deidrossi-colecalciferolo, che è dieci volte più potente del colecalciferolo ed è la forma più attiva della Vitamina D3. Perciò i disturbi del fegato o del rene interferiscono sulla conversione del colecalciferolo in più potenti composti di Vitamina D.

I ricercatori hanno proposto molte teorie per spiegare questa diminuita conversione, inclusa una relazione con deficit di estrogeno e Magnesio. Di recente è stato ipotizzato che l’oligominerale Boro giochi un ruolo in questa conversione.

La Vitamina D esercita anche molte proprietà anticancerogene, soprattutto contro i tumori del colon e della mammella. L’incidenza del carcinoma del colon e della mammella è più elevata nelle zone dove l’esposizione della luce solare è minore.

Sono soggetti a rischio di carenza anche i lavoratori dei turni notturni, le persone di pelle scura che si espongono poco alla luce del giorno, chi soffre di malattie intestinali, renali o epatiche.

La dose giornaliera consigliata è compresa tra 200 e 400 UI al giorno (5-10mcg). Per le persone anziane che non si espongono alla luce solare o che abitano alle latitudini più settentrionali, si raccomanda un’assunzione quotidiana di 400-800 UI. Si consiglia di somministrare supplementi in quantità superiore alle 400 UI al giorno, nella maggior parte degli adulti, dei bambini piccoli e degli adolescenti»[3].

 

[1] Wang T, Bengtsson G, Kärnefelt I, Björn LO. Provitamins and vitamins Dand Din Cladina spp. over a latitudinal gradient: possible correlation with UV levels. J Photochem Photobiol B. 2001 Sep 1;62(1-2):118-22.

[2] Robert Erdmann, Amino revolution, Ed. Simon & Schuster.

[3] Staff del Prevention Magazine, Il libro completo delle Vitamine, Giunti Martello Editore.

ATTENZIONE

La documentazione contenuta in questa sezione è RISERVATA solamente a persone qualificate nei settori della medicina, dell’alimentazione o della farmacia (Art.6 – D.Lgs 111/92, recepimento Direttiva CEE 89/389) e non ha in alcun modo funzione pubblicitaria. Le informazioni in essa veicolate sono fornite a puro scopo illustrativo ed informativo generale, destinato esclusivamente al professionista per suo stretto uso personale e non dovrà, in alcun modo servire per usi pubblicitari, né dovrà mai essere destinata al pubblico.

È assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, dei documenti contenuti in questa sezione. Se ne diffida la divulgazione al pubblico sia totale, che parziale e l’uso al di fuori della pura consultazione da parte del professionista. Ogni abuso verrà perseguito a norma di legge. L’Azienda SER-VIS s.r.l. non sarà in nessun caso responsabile per eventuali danni derivanti dall’utilizzo o dai risultati di un utilizzo diverso di tali informazioni.

Avvertenze: si ricorda che in generale gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata, né tantomeno vanno ad essi attribuite funzioni preventive o curative. La loro azione, infatti, si limita all’integrazione nutrizionale e/o al coadiuvare il mantenimento delle normali e sane funzioni fisiologiche. Pertanto, in presenza di sintomatologie patologiche o presunte tali, si invita sempre a consultare il parere del medico, il quale potrà valutare il possibile utilizzo concomitante di un integratore, a fronte delle sue funzioni nutritive o coadiuvanti specifiche.

Informazioni per rivenditori

30 g / Pastiglie
Codice Articolo:SERIVIDVEMV30G
Codice EAN: 8056364777425
Farmadati: 976220552