La faringite, o mal di gola, è sicuramente uno dei disturbi più diffusi in inverno. Spesso basta infatti un po’ di freddo o un colpo d’aria per far andare “in fiamme” le vie respiratorie. Ma come far passare il mal di gola? E quali solo gli aiuti naturali più efficaci? Scopriamolo assieme.

In particolare ci occuperemo dei seguenti argomenti.

Mal di gola cause

Per capire come far passare il mal di gola, occorre innanzitutto individuare le vere cause scatenanti del disturbo, in modo tale da agire su queste.

Il mal di gola è scatenato da un’infiammazione della faringe, ovvero la cavità muscolare a forma d’imbuto posta nella parte alta del collo, dietro la bocca.

Quali possono essere le cause di questa infiammazione? I fattori scatenanti del mal di gola sono vari e diversi tra loro.

Tra i più comuni ricordiamo:

  • infezioni virali (per esempio raffreddore) o batteriche
  • allergie
  • ambiente troppo secco
  • sforzo eccessivo della faringe (dovuto per esempio a urla, canto, conferenze ecc.)
  • inalazione di sostanze irritanti
A fronte di un mal di gola che non passa, associato ad altri sintomi come gonfiori sul collo o difficoltà a deglutire, è bene avvisare il medico, per escludere patologie più gravi.

Come far passare il mal di gola naturalmente

Per sapere come far passare il mal di gola, occorre innanzitutto comprenderne le cause agire su di esse.

In genere, il mal di gola più diffuso, quello di tipo virale, è destinato a passare in 5-7 giorni.

Per ridurre al massimo il fastidio è però possibile agire sui sintomi, per attenuarli, anche con rimedi naturali. Vediamo assieme quelli più diffusi ed efficaci.

1) Propoli

Il propoli è spesso consigliato in fitoterapia, specialmente sotto forma di spray, per affrontare il mal di gola e varie malattie da raffreddamento.

La sua azione «antinfiammatoria si esplica a livello delle mucose» (F. Perugini Billi, Manuale di fitoterapia, Azzano San Paolo 2004). È quindi molto utile anche per lenire le irritazioni della faringe.

Alcuni studi attribuiscono al propoli anche «un’azione anestetica sulle mucose» (Ibidem), che può dare sollievo quando la gola è in fiamme.

2) Erisimo

Quando il mal di gola è associato a raucedine/abbassamento di voce, un valido aiuto può arrivare anche dall’estratto di erisimo.

Questa pianta, detta anche erba dei cantanti, svolge un’azione emolliente utile a sostenere il tono della voce. Favorisce inoltre il benessere della mucosa della faringe.

Non a caso l’estratto di erisimo in fitoterapia è considerato «un rimedio specifico per la raucedine e l’afonia, che seguono o si accompagnano ad affezioni delle alte e basse vie respiratorie» (Ibidem).

L’aiuto dalle api…

Quando il mal di gola è associato a tosse un aiuto in più può arrivare da un vecchio e classico “rimedio della nonna”: il miele!

Come riporta un articolo apparso su Repubblica Salute, alcuni ricercatori dell’Università di Tel Aviv hanno confermato le benefiche proprietà di questa sostanza.

L’azione “addolcente” e lenitiva del miele darebbe particolarmente utile per i bambini, la sera, quando fanno fatica a dormire a causa di tosse stizzosa o della gola irritata.

Salva

Salva

3) Altea

Un’altra pianta usata in sinergia con le precedenti, per affrontare la faringite è l’altea.

L’estratto di altea può favorire il benessere di tutte le mucose dell’apparato respiratorio, compresa la faringe.

Svolge inoltre un’azione lenitiva, tipica delle piante mucillaginose. Per questo motivo, può alleviare i fastidi del mal di gola, in particolare se è associato a tosse secca.

4) Malva

Uno dei rimedi tradizionali usati contro il mal di gola sono i gargarismi.  Una soluzione semplice, consigliata anche dalle tradizioni popolari, è fare gargarismi con acqua riscaldata e sale.

Una valida alternativa, per chi si chiede come far passare il mal di gola, è fare i gargarismi con un estratto di malva, diluito in acqua.

Questa pianta può infatti dare giovamento in presenza di irritazioni alla gola grazie al suo effetto lenitivo.

Se assunta, può inoltre aiutare a fluidificare le secrezioni bronchiali e a favorire l’eliminazione del catarro.

5) Oli essenziali

Se il mal di gola è amplificato o favorito da un ambiente troppo secco, è consigliabile usare un umidificatore, con l’eventuale aggiunta di oli essenziali balsamici.

Quando il mal di gola è associato a raffreddore e congestione delle vie respiratorie o naso chiuso, i medici consigliano anche inalazioni o fumenti.

Questi ultimi si possono fare a casa versando in una bacinella di acqua calda un prodotto specifico a base di oli ad effetto balsamico.

KARMAVIS

  • Articoli recenti
F. Stefanini Administrator
Redattrice, Blogger, SEO expert | Dr. Giorgini
follow me

Laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Bologna (2000), con successiva specializzazione in Relazione e comunicazione coi media (2001).

Ha maturato una decennale esperienza nel settore editoriale, occupandosi di correzione bozze, editing, revisione e gestione di progetti di scolastica tecnica scientifica.

Si è occupata della stesura di articoli divulgativi sulle tematiche del benessere e della prevenzione per la rivista “Professione salute” dell’editore Blumill srl.

Ha collaborato come consulente esterno con Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), occupandosi dello sviluppo contenuti per le tematiche di rendicontazione per la versione online del bilancio sociale dell’Associazione (2014).

Attualmente si occupa della gestione dei profili social per l’azienda Giorgini Dr. Martino, della scrittura di articoli Seo oriented e della produzione dei contenuti per altri materiali di comunicazione online e offline (newsletter, landing page, bugiardini ecc.).