Vi è mai capitato di svegliarvi nel cuore della notte? Vi è mai capitato di svegliarvi per più notti di seguito? Vi è mai capitato di svegliarvi sempre alla stessa ora? Vi siete mai chiesti perché? Il nostro corpo nelle 24 h è influenzato da stimoli endogeni  «un complesso orologio interno» che si mantiene sincronizzato con il ciclo naturale giorno/notte, mediante stimoli naturali come la luce solare o la temperatura ambientale. Per capirlo meglio dobbiamo conoscere cos’è il ciclo circadiano per la Medicina Cinese!

Che cos’è il ciclo circadiano

Il ciclo circadiano o “Ciclo Nictemerale” è il Percorso che esegue il Qi all’interno dei 12 canali principali, chiamati “Meridiani”, nel corpo umano durante le 24 ore della giornata.

In M.T.C. ad ogni meridiano vengono collegate due ore della giornata. In questo modo avremo 12 orari abbinati a 12 meridiani in cui l’energia sarà maggiormente presente nei diversi canali interessati. L’Orologio Cinese raffigura i 12 meridiani che si estendono su tutto il corpo e che sono legati, a coppie di due, ad organi e visceri a loro volta appartenenti  ad un MOVIMENTO ENERGETICO.

Il flusso di energia (Ki o Qi) non è costante nel corso della giornata, ma raggiunge punte massime  e minime in momenti diversi, in canali e organi/visceri diversi.

L’Orologio Cinese  raffigurato nell’immagine sottostante, indica in quali fasce orarie quel determinato organo/viscere è nel suo apice energetico, quando cioè arriva la maggior quantità di energia giornaliera e all’opposto (12 ore dopo) quando arriva la minima quantità di energia a quell’organo o a quel viscere.

Nella pratica Shiatsu,  individuato il movimento disarmonico, potrebbe essere maggiormente utile  trattarlo nelle ore consentite del suo massimo rendimento energetico al fine di ottenere un miglior risultato.

Picco energetico nelle 24 h – Regola mezzogiorno Mezzanotte

•       Polmoni
Massima attività dalle 3 alle 5 – Minima attività dalle 15 alle 17•       Intestino crasso
Massima attività dalle 5 alle 7 – Minima attività dalle 17 alle 19•       Stomaco
Massima attività dalle 7 alle 9 – Minima attività dalle 19 alle 21•       Milza / Pancreas
Massima attività dalle 9 alle 11 – Minima attività dalle 21 alle 23•       Cuore
Massima attività dalle 11 alle 13 – Minima attività dalle 23 alle 1•       Intestino tenue
Massima attività dalle 13 alle 15 – Minima attività dalle 1 alle 3

•       Vescica
Massima attività dalle 15 alle 17 – Minima attività dalle 3 alle 5

•       Reni
Massima attività dalle 17 alle 19 – Minima attività dalle 5 alle 7

•       Mastro del cuore
Massima attività dalle 19 alle 21 – Minima attività dalle 7 alle 9

•       Triplice riscaldatore
Massima attività dalle 21 alle 23 – Minima attività dalle 9 alle 11

•       Cistifellea
Massima attività dalle 23 alle 1 – Minima attività dalle 11 alle 13

•       Fegato
Massima attività dalle 1 alle 3 – Minima attività dalle 13 alle 15

I 12 Meridiani sono raggruppati all’interno dei 5 movimenti avremo quindi :

Movimento Metallo:                                Polmone – Intestino Crasso.

Movimento Terra:                                  Milza – Stomaco.

Movimento Fuoco Imperiale e Ministro: Cuore – Intestino Tenue / Ministro di Cuore – Triplice riscaldatore.

Movimento Acqua:                                  Reni – Vescica Urinaria.

Movimento Legno:                                  Fegato – Vescicola Biliare.

In ognuno di questi movimenti riconosciamo un aspetto Yin ed un aspetto Yan. I meridiani associati allo Yin hanno un corrispettivo sul piano fisico legato agli organi.

I meridiani associati allo Yang hanno un corrispettivo sul piano fisico legato ai  visceri. Il binomio meridiano-organo è collegato a tutti gli analoghi dei  Cinque movimenti: parti del corpo, emozioni, colori, stagioni, ecc..(come si può vedere dalla seconda tavola sotto riportata).

Nello studio dello Shiatsu questo tipo di osservazione degli analoghi, è utile ai fini della valutazione  energetica delle disarmonie.

 

Ecco una tabella che riassume le caratteristiche di ogni movimento:

LEGNO FUOCO TERRA METALLO

ACQUA

Direzione Est Sud Centro Ovest Nord
Stagione Primavera Estate Estate inoltrata o passaggio tra le stagioni Autunno Inverno
Processo
Ciclico
Nascita Crescita Maturazione Raccolta Tesaurizzazione
Clima Vento Caldo Umidità Secchezza Freddo
Colore Verde Rosso Giallo ocra Bianco Nero
Sapore Aspro Amaro Dolce Piccante Salato
Organo Yin Fegato Cuore Milza Polmoni Rene
Viscere Yang Vescicola Biliare Intestino Tenue Stomaco Intestino Crasso Vescica Urinaria
Organi di Senso Occhi

Vista

Lingua

Tatto

Bocca

Gusto

Naso

Olfatto

Orecchie

Udito

Fluido Lacrime Sudore Saliva Muco Urina
Tessuto Muscoli, Legamenti e Tendini Vasi sanguigni Carne, tessuto connettivo Pelle Ossa
Espressione vocale Grida Risa Canto Pianto Lamenti
Emozione Rabbia Gioia Ragionamento logico Tristezza Paura
Attitudine Creatività Sogni Affettività Trasformazione

Elaborazione

Introspezione Volontà

Ogni movimento energetico ha funzioni armoniche e utili che si esprimono negli  orari energetici di riferimento,  così come in carenza di energia o in blocco e accumulo di energia le funzioni si alterano causando sintomi che vengono letti come analoghi del movimento energetico in disarmonia da sostenere.

Classicamente la medicina cinese fa cominciare il ciclo col movimento metalloe dal suo organo, il Polmone (dalle 3 alle 5) perché la nostra vita fori dal grembo materno comincia con un Inspirazione!

Quante volte avete sperimentato su voi stessi che la tosse in queste due ore diventa particolarmente stizzosa fino a non permettervi di dormire?

Tra le 5 e le 7 del mattino l’onda energetica arriva al meridiano del Intestino Crasso, generalmente è l’orario in cui andiamo in bagno e la funzione si esprime in modo armonico ma come detto sopra per il polmone, può essere anche l’orario in cui la funzione non riesce ad esprimersi per carenza o va in blocco per eccesso causando sintomi, quali stitichezza, gonfiori gonfiori ecc..

Tra le 7 e le 9 lo stomaco è più attivo e quindi è il momento migliore per la colazione ma a volte possiamo non sentirci proprio di mangiare appena svegli e di aver bisogno di attendere l’orario di Milza Pancreas tra le 9,00 e le 11,00 per sentire il desiderio di mangiare!

E così’ via… per tutti gli altri analoghi dei movimenti che seguono.

Ciclo circadiano: conclusioni

Tornando alla domanda che ha aperto l’articolo, quindi, se ci svegliamo sempre tra l’1 e le 3 possiamo verificare nella tabella che è l’orario in cui il fegato ha a disposizione la maggior quantità di energia che solitamente utilizza per “ripulire energeticamente il sangue” mentre il corpo è a riposo e non introduciamo cibo.

Se siamo insonni in queste ore possiamo andare a verificare se sono presenti analoghi del movimento in disarmonia ad es.: stiamo vivendo emozioni collegate alla rabbia? Abbiamo perso la nostra creatività? La nostra voglia di fare? Non sappiamo scegliere?

Quindi associare un’emozione a quel particolare organo che è attivo in quel particolare momento della giornata, ci può fornire delle indicazioni sull’equilibrio del nostro sistema “energetico”.

Un organo danneggiato manifesterà disfunzioni soprattutto nell’orario della sua massima espressività energetica o magari del suo minimo energetico, coerentemente con eccessi e carenze sul movimento e sui suoi meridiani, che altro non sono che i vettori di quel tipo di energia nel corpo-mente.

Ovviamente la lettura delle disarmonie attraverso i sintomi che si ripetono durante  le 24 ore è solo una delle tante letture energetiche incrociate che si possono fare su un individuo per comprendere come sostenerlo affinché la sua situazione energetica fluisca  meglio e le sensazioni legate ai sintomi decrescano per intensità e durata fino a sparire.

Se il nostro stile di vita fosse più in armonia con l’ ambiente circostante e seguissimo i nostri cicli naturali  di spesa e recupero energetico, la qualità della nostra vita aumenterebbe esponenzialmente.

Spesso ci ritroviamo invece ad essere in continua spesa per lavorare, seguire la famiglia, gli hobby, gli amici, la cultura e il divertimento dormendo magari meno del necessario e non lasciando così alle nostre energie il tempo di ricaricarsi.

A lungo andare questi ritmi innaturali che ci imponiamo di vivere danneggiano alla base tutto il nostro sistema energetico. Percepire i propri bisogni di recupero e poterli soddisfare è sicuramente un buon punto di partenza verso un miglior equilibrio complessivo.

DOWNLOAD SPAGYRICA

  • Articoli recenti

Proveniente da diversa formazione, iniziata nel 1986,  dopo un approfondito lavoro di integrazione con l’IRTE, ha frequentato il Corso Insegnanti ed è stata abilitata progressivamente a partire dal 1995,  all’insegnamento nel 1°, nel 2° e nel 3° anno del Corso Formativo Triennale. Attualmente insegna solo al terzo anno.

Ha superato l’esame ed è iscritta al registro operatori (ROS) dal 1994 ed al registro insegnanti (RIS) della FISIeO dal 2012.

Commissario d’Esame per il Registro Operatori FISIeO, relatore a convegni e conferenze sul tema dello Shiatsu e Tutor in attività di volontariato presso le associazioni con le quali la scola IRTE collabora.