L’agar-agar è spesso usato, oltre che come addensante in cucina, ma anche negli integratori alimentari. Ma che cos’è l’agar-agar e quali sono le sue proprietà? Scopriamolo assieme.

Che cos’è l’agar-agar?

«Agar-agar è l’estratto gelatinoso dell’alga marina Gelidium amansii. Cresce a 30 m sotto il livello del mare e si preleva nei mesi invernali lungo la riva e gli scogli. Agar-agar è incolore e inodore, è 100% il gel purificato derivato dall’alga mucillaginosa, con estrazione acquosa in autoclave (cotto sotto-pressione per 6 ore), che poi viene raffreddata e macinata in polvere (l’acqua è separata durante il processo di lavorazione). Ogni anno vengono sottoposte a questo trattamento circa 6500 tonnellate di Agar.

Agar-agar è capace di assorbire circa 200 volte il suo volume di acqua per formare un gel che ha un effetto delicatamente lassativo. Non agisce però come un purgante, ma gelificando nell’intestino aumenta il volume del colo fecale, che attiva la peristalsi per una facile evacuazione delle feci, senza produrre alcuno stato irritativo, pur agendo come un lassativo medio. Tuttavia, questa gelatina delicata, formata per idratazione, impedisce alle feci di essere sia troppo dure che troppo morbide. Così, può avere un’azione lassativa meccanica contro le feci a palline, ma può essere utile anche per feci malformate e perfino la diarrea! Perciò si può associare con erbe lassative così come con quelle astringenti per ottenere comunque una lenta ma completa e non irritante pulizia intestinale.

Inglobando nella gelatina le feci vecchie accumulate, tiene puliti anche eventuali diverticoli. Le indicazioni di Agar-agar riguardano: feci dure e secche, stitichezza cronica, diverticoli, colite, colite spastica, intestini delicati (anziani e bambini), appendicite cronica, obesità (preso prima dei pasti, da solo o con infuso calmante, dà senso di sazietà»1

A proposito di fibre alimentari

Le fibre sono utilissime, vanno consumate tutti i giorni, trascinano fuori con le feci, colesterolo, composti tossici e immuno-complessi, inoltre, sono l’alimento (prebiotico) della flora batterica e danno una giusta consistenza alle feci, ma bisogna anche sapere che inibiscono l’assorbimento dei sali minerali.

Inoltre, le fibre trattate industrialmente, poi, non contengono sali minerali, al contrario di quelle contenute nelle fibre e negli ortaggi.

C’è solo una fibra che non contrasta questo assorbimento: l’Agar-agar. La prova ce la offrono i vivaisti con la loro attività di micropropagazione, effettuata su un gel ottenuto con: acqua, Agar-agar e sali minerali. Se l’Agar-agar inibisse l’assorbimento dei Sali minerali la piantina non crescerebbe così bene come invece avviene con questa tecnica, praticata da oltre 40 anni.

 

[1]  AA.VV., Medicamenta, VI edizione, Cooperativa Farmaceutica Milano.