Giorgini Dr. Martino

Skip to Main Content »

You're currently on:

Perché utilizzare un integratore di vitamine o sali minerali Dr. Giorgini

Gli integratori servono davvero?
L'alimentazione non garantisce tutti i nutritivi necessari?

La funzione degli integratori alimentari è quella di arricchire l'alimentazione con tutte le vitamine e i nutritivi necessari a mantenere il benessere del nostro corpo.

Per questo motivo, una persona in buona salute e che segue una dieta varia e bilanciata, probabilmente non avrà bisogno di un integratore, a meno che non si trovi in particolari condizioni di aumentato fabbisogno di nutritivi come, per esempio:

  • i bambini nella fase della crescita
  • le persone anziane
  • le donne in gravidanza o durante il ciclo mestruale
  • persone sottoposte a periodi di stress
  • situazioni di lavoro eccessivo
  • periodi di attività fisica intensa
  • o altro…

Cosa è esattamente l'RDA (Recommended Daily Allowance, quantità giornaliera raccomandata) di una sostanza?

Sfatiamo subito una falsa credenza: il 100% dell'RDA non indica, come pensano in molti, la quantità giornaliera massima da assumere, ma è anzi la dose necessaria per soddisfare il fabbisogno giornaliero minimo del nostro organismo.
Il 100% RDA è quindi la razione minima da assumere per non incorrere in carenza nutrizionali gravi per la nostra salute.

Perché assumere un integratore di vitamina C anziché bere una spremuta d'arancia?

Facciamo ora un esempio per chiarire il concetto e far capire perché, in alcuni casi, può essere utile l'integrazione di vitamine.

Il quantitativo medio di vitamina C nel succo di arancia è di soli 50 mg per 100 ml (valore tratto da: USDA, Nutritive Value of American Food in Common Units, Agricolture Handbook, n. 456).
La vitamina C è una vitamina idrosolubile che non viene accumulata dal nostro organismo e che, quindi, deve essere assunta tutti i giorni per garantire il perfetto stato di salute.
Per raggiungere il 100% RDA di vitamina C (80 mg), occorre bere 160 ml di succo d'arancia, quantità che corrisponde all'incirca a un bicchiere bello pieno.
Se quindi ci “accontentiamo” di garantire al nostro corpo la quantità minima, possiamo tranquillamente bere tutti i giorni un bicchiere di succo d'arancia.

Ma se volessimo assumere l'apporto massimo di vitamina C stabilito dal Ministero della Salute per gli integratori alimentari, ovvero il 1250% RDA (1000 mg), dovremmo invece consumare circa 2 litri di succo d'arancia. E per ottenere così tanto succo servono circa 16 arance!
Basterà un facile calcolo basato sul prezzo al chilo delle arance, per capire anche quanto sarebbe dispendiosa questa scelta.

La ROSA CANINA in polvere Dr. Giorgini, invece, contiene un estratto titolato al 50% di vitamina C; nel formato da 100 g del prodotto sono dunque presenti  100 dosi da 500 mg di questa vitamina (l'equivalente del contenuto di circa 100 l di succo d'arancia!).
Potremmo applicare lo stesso calcolo fatto per la vitamina C a qualunque altra vitamina, sale minerale o nutritivo.

Per concludere, possiamo quindi affermare che un'alimentazione ricca e variata è indubbiamente importante per mantenersi in salute. Tuttavia, in alcune situazioni di accresciuto fabbisogno di vitamine e nutritivi (o in tutti i casi di alimentazione non equilibrata), l'integrazione con prodotti specifici può risultare estremamente utile.

 Integratori alimentari di vitamina C - Dr. Giorgini:

Per approfondire questo argomento leggi o scarica il pdf:

Perché utilizzare un integratore di vitamine e/o sali minerali?

<< INDIETRO

Iscriviti per ricevere: