Product was successfully added to your shopping cart.
  • CARNITINA SPORT - VITAMINSPORT180 pastiglie CARNITINA SPORT - VITAMINSPORT180 pastiglie
Funzione
Benessere fisico per contrastare l'invecchiamento
Plus
Per produrre energia bruciando i grassi
prodotto senza lattosio
prodotto senza glutine
prodotto vegano

CARNITINA SPORT - VITAMINSPORT180 pastiglie

Breve descrizione

Integratore di carnitina, sali minerali, vitamine e altri nutritivi. Calcio, magnesio e vitamina D favoriscono la funzione muscolare e, insieme a fosforo, vitamina C e vitamine del gruppo B, sostengono il normale metabolismo energetico. Il ferro promuove il trasporto dell’ossigeno nell’organismo e, insieme alle vitamine B6 e B12, contribuisce alla formazione di globuli rossi normali, il cui regolare mantenimento è supportato anche dalla vitamina B2.
28,90 €

Disponibilità: Disponibile

180 pastiglie da 500 mg (36 dosi da 5 pastiglie)
Formato disponibile: 90 g
CERCA SU AMAZON
CERCA SU SHOPPING

*Dr. Giorgini non effettua vendita diretta ai Consumatori ma inoltra a siti e prodotti gestiti da Clienti

  TROVA PUNTO VENDITA

Le recensioni sono opinioni personali dei clienti e i risultati possono variare da persona a persona in base a diversi fattori.

  1. Recensisci per primo questo prodotto

Scrivi la tua recensione

Consigli d'uso

Si consiglia l’assunzione di 5 pastiglie (2,5 g) una o due volte al giorno in qualunque momento (da 5 a 10 pastiglie al giorno).

Formato

90 g / Pastiglie

Dosi

180 pastiglie da 500 mg (36 dosi da 5 pastiglie)

Avvertenze

Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e devono essere utilizzati nell’ambito di uno stile di vita sano. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Il prodotto deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età.

Ingredienti

(L-)carnitina, calcio fosfato bibasico, cellulosa microcristallina°, gomma arabica°, magnesio glicerofosfato,  magnesio citrato, acetil (L-)carnitina, (L-)lisina, (L-)metionina, rosa canina (Rosa canina) frutti E.S. (titolato al 70% in vitamina C), citrato ferrico di ammonio, silicio biossido°°, acerola (Malpighia glabra) frutti E.S. (titolato al 50% in vitamina C), vitamina B3 (nicotinamide), vitamina E di origine naturale (acetato di D-α-tocoferile), magnesio stearato di origine vegetale°°, vitamina B2 (riboflavina), vitamina B6 (piridossina), vitamina B5 (pantotenato di calcio), vitamina B1 (tiamina), acido folico, biotina, vitamina B12 (cianocobalamina), vitamina D3 (colecalciferolo).
°Agente di carica. °°Antiagglomerante.

Tabella nutrizionale

Legenda

E.S.= Estratto secco. NRV= Valore nutritivo di riferimento.

Informazioni per rivenditori

Codice Articolo:SERICARNISVS90
Codice EAN: 8056364771928
Farmadati: 926047844

«La (-L) Carnitina, un derivato aminoacido, è presente in tutte le cellule dell’organismo e trasporta nei mitocondri gli acidi grassi a catena lunga attraverso le membrane interne, per produrre energia biologica in forma di ATP [Adenosina Tri-Fosfato]… La Carnitina è presente in derivati di origine animale. In generale nelle piante se ne trovano solo piccole quantità [ad eccezione dei derivati fermentanti della soja e nell’avocado]. Viene sintetizzata nel fegato e nel rene a partire dagli aminoacidi Lisina e Metionina. Le Vitamine B3, B6, C e il Ferro prendono parte a questa biosintesi. L’integrazione di Carnitina può esercitare un’azione cardio-protettiva, oltre agli effetti positivi sulla funzione cardiaca.
Essa può altresì ridurre i livelli di trigliceridi e nel contempo incrementare quelli di colesterolo [“buono”] HDL. La Carnitina può anche avere un’azione anti-ossidante. Può svolgere una funzione neuro-protettiva ed essere utile nel trattamento di deficit colinergici legati all’età, come ad esempio quelli che caratterizzano le manifestazioni di demenza, compreso il morbo di Alzheimer. La Carnitina può aumentare l’energia, migliorare le prestazioni atletiche e inibire l’obesità»[1].  

«Un apporto di Acetil-Carnitina può esercitatore un’attività neuro-protettiva e cardio-protettiva influenzando positivamente la funzionalità cardiaca. Questa sostanza può aumentare la motilità degli spermatozoi. Può pure avere effetti cito-protettivi, anti-ossidanti e anti-apoptosici.
Contribuisce alla sintesi del neurotrasmettitore acetilcolina. Un metabolismo alterato dell’acetilcolina a livello cerebrale, che causa un deficit di acetilcolina in alcune zone del cervello, potrebbe essere implicato in alcuni stati demenziali legati all’invecchiamento, come la malattia di Alzheimer… nella sindrome di Down e in varie altre neuropatie. Può avere pure effetti che contrastano i processi di invecchiamento. Durante il processo di invecchiamento avvengono numerose alterazioni biochimiche. Queste comprendono una diminuita sintesi di cardiolipina a livello cardiaco e un deterioramento della funzione mitocondriale. La cardiolipina è un fosfolipide essenziale per i processi di trasporto mitocondriale a livello cardiaco, questi ultimi vitali per la produzione di energia cellulare. L’Acetil-Carnitina migliora la funzionalità mitocondriale e aumenta la produzione di cardiolipina. L’Acetil-Carnitina si è dimostrata in grado di ridurre la glicosilazione delle proteine del cristallino in vitro»[2].  

«Il Potassio è un macro minerale essenziale nell’alimentazione umana con un ampio spettro di ruoli biochimici e fisiologici. Tra l’altro è importante nella trasmissione degli impulsi nervosi, nella concentrazione del muscolo cardiaco, scheletrico e liscio, nella produzione di energia, nella sintesi degli acidi nucleici, nel mantenimento della tonicità intracellulare e nel mantenimento di livelli normali di pressione sanguigna. Un alto consumo di Potassio può avere effetti anti-ipertensivi [che abbassano la pressione sanguigna]. È sempre più evidente che diete ricche di Potassio possono essere protettive non soltanto nei confronti dell’ipertensione, ma anche nei confronti delle sindromi cerebro-vascolari, delle malattie cardiovascolari e infine per diverse malattie degenerative. Circa il 98% del Potassio del corpo è nel liquido intracellulare [dentro le cellule]. La causa maggiore di deficienza di Potassio è la sua perdita eccessiva attraverso il tratto alimentare e attraverso i reni. I segni e i sintomi di una deficienza di Potassio includono oltre all’ipo-potassiemia: l’anoressia, la debolezza, l’astenia, la svogliatezza e le aritmie cardiache. Di solito i pazienti con livelli bassi di Potassio presentano un tracciato ECGrafico con onde U significative.
I cibi ricchi di Potassio sono frutta e verdura…»[3].


[1] Physicians’ Desk Reference, PDR, Integratori nutrizionali, CEC Editore.
[2] Ibidem.
[3] Ibidem.

ATTENZIONE

La documentazione contenuta in questa sezione è RISERVATA solamente a persone qualificate nei settori della medicina, dell’alimentazione o della farmacia (Art.6 – D.Lgs 111/92, recepimento Direttiva CEE 89/389) e non ha in alcun modo funzione pubblicitaria. Le informazioni in essa veicolate sono fornite a puro scopo illustrativo ed informativo generale, destinato esclusivamente al professionista per suo stretto uso personale e non dovrà, in alcun modo servire per usi pubblicitari, né dovrà mai essere destinata al pubblico.

È assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, dei documenti contenuti in questa sezione. Se ne diffida la divulgazione al pubblico sia totale, che parziale e l’uso al di fuori della pura consultazione da parte del professionista. Ogni abuso verrà perseguito a norma di legge. L’Azienda SER-VIS s.r.l. non sarà in nessun caso responsabile per eventuali danni derivanti dall’utilizzo o dai risultati di un utilizzo diverso di tali informazioni.

Avvertenze: si ricorda che in generale gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata, né tantomeno vanno ad essi attribuite funzioni preventive o curative. La loro azione, infatti, si limita all’integrazione nutrizionale e/o al coadiuvare il mantenimento delle normali e sane funzioni fisiologiche. Pertanto, in presenza di sintomatologie patologiche o presunte tali, si invita sempre a consultare il parere del medico, il quale potrà valutare il possibile utilizzo concomitante di un integratore, a fronte delle sue funzioni nutritive o coadiuvanti specifiche.