Product was successfully added to your shopping cart.
  • ENZYVIS 100 pastiglie ENZYVIS 100 pastiglie
Funzione principale
Favorisce la funzione digestiva
Beneficio aggiuntivo
Contiene tutti gli enzimi digestivi
prodotto senza lattosio
prodotto senza glutine
prodotto vegano

ENZYVIS 100 pastiglie

Breve descrizione

Integratore alimentare a base di erbe ed enzimi digestivi di origine vegetale. Anice verde, finocchio, cannella, ananas e papaya favoriscono la funzione digestiva. Inoltre, anice verde e finocchio contribuiscono alla regolare motilità gastrointestinale e, insieme alla cannella, promuovono l’eliminazione dei gas*.
Funzione digestiva*
26,90 €

Disponibilità: Disponibile

Farmadati: 922249937
100 pastiglie da 500 mg (25 dosi da 4 pastiglie)
Formato disponibile: 50 g
CERCA SU AMAZON
CERCA SU SHOPPING

*Dr. Giorgini non effettua vendita diretta ai Consumatori ma inoltra a siti con prodotti gestiti da Clienti

  TROVA PUNTO VENDITA

Le recensioni sono opinioni personali dei clienti e i risultati possono variare da persona a persona in base a diversi fattori.

  1. Recensisci per primo questo prodotto

Scrivi la tua recensione

Consigli d'uso

Si consiglia l’assunzione di 4 pastiglie (2 g) una o due volte al giorno durante i pasti (da 4 a 8 pastiglie al giorno).

Formato

50 g / Pastiglie

Dosi

100 pastiglie da 500 mg (25 dosi da 4 pastiglie)

Informazioni per rivenditori

Codice Articolo:SERIENZY50G
Codice EAN: 8034003684044
Farmadati: 922249937

Avvertenze

Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e devono essere utilizzati nell’ambito di uno stile di vita sano. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Il prodotto deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età.

Ingredienti

Miscela di enzimi digestivi (alfa-galattosidasi, amilasi, beta-glucanasi, cellulasi, emicellulasi, fitasi, glucoamilasi, invertasi, lattasi, lipasi, maltasi, pectinasi, peptidasi, proteasi, proteasi acida, xilanasi) di origine vegetale (Aspergillus spp.), maltodestrine da mais o riso, gomma arabica°, cellulosa microcristallina°, anice verde (Pimpinella anisum) frutti, finocchio (Foeniculum vulgare) frutti, ananas (Ananas sativus) gambi dei frutti E.S. (bromelina 2500 GDU/g), cannella (Cinnamomum zeylanicum) cortecce, papaya (Carica papaya) frutti E.S. (papaina 30.000 U/mg), silicio biossido°°, magnesio stearato di origine vegetale°°.
°Agente di carica. °°Antiagglomerante.

Tabella nutrizionale

Legenda

E.S.= Estratto secco.

Informazioni sugli ingredienti per gli addetti del settore

«Sul piano clinico le preparazioni enzimatiche sono usate soprattutto per via orale con i pasti, per aiutare la digestione idrolizzando alimenti quali glutine, caseine, lattosio.
Studi controllati hanno preso in esame l’efficacia di questi enzimi in una ampia serie di condizioni tra cui: cattiva digestione; malassorbimento; insufficienza pancreatica; steatorrea [feci che galleggiano]; morbo celiaco; intolleranza al lattosio; ostruzione arteriosa; trombosi; allergie alimentari; flogosi intestinale, disfunzioni immunitarie; certe affezioni infiammatorie.
Appare che enzimi, come la Proteasi di Aspergillus oryzae, siano assorbiti intatti dopo la somministrazione orale e possano esibire anche nel flusso sanguigno le proprietà che sono note possedere. Tra queste la capacità di idrolizzare le proteine e polipeptidi del cibo che sono entrati in circolo sanguigno come antigeni alimentari.
Possiede proprietà anti-infiammatorie, trombolitiche e fibrinolitiche… e ripristina la circolazione delle arterie colpite da ostruzioni croniche.
È noto sin dagli anni 50 che il glutine, presente nell’avena e in altri cereali è alla base delle lesioni intestinali che si producono nella malattia celiaca, e che la fonte della tossicità è la frazione del glutine costituita dalla gliadina. Uno studio ha dimostrato che gli enzimi di Aspergillus orizae che digeriscono i carboidrati possono essere impiegati in vitro per rendere il glutine innocuo per i pazienti celiaci.
In alcuni pazienti le componenti proteiche del glutine producono comunque manifestazioni allergiche.
La Lattasi da Aspergillus oryzae, assunta per via orale nel momento in cui si ingerisce il latte è efficace contro la mal digestione e intolleranza al lattosio. L’efficacia di questo enzima nei bambini e negli adulti intolleranti la lattosio è stata confermata in numerosi studi. Digerendo le proteine degli alimenti, gli enzimi da Aspergillus oryzae somministrati oralmente ai pasti riducono la quantità di molecole di antigene che rischiano di entrare in circolazione. Inoltre, gli enzimi somministrati per via orale e assorbiti a loro volta possono aiutare a digerire le proteine alimentari antigeniche che incontrano nel sangue»[1].




[1] Joseph E. Pizzorno jr, Michael T. Murray, Trattato di medicina naturale, Red Edizioni.

ATTENZIONE

La documentazione contenuta in questa sezione è RISERVATA solamente a persone qualificate nei settori della medicina, dell’alimentazione o della farmacia (Art.6 – D.Lgs 111/92, recepimento Direttiva CEE 89/389) e non ha in alcun modo funzione pubblicitaria. Le informazioni in essa veicolate sono fornite a puro scopo illustrativo ed informativo generale, destinato esclusivamente al professionista per suo stretto uso personale e non dovrà, in alcun modo servire per usi pubblicitari, né dovrà mai essere destinata al pubblico.

È assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, dei documenti contenuti in questa sezione. Se ne diffida la divulgazione al pubblico sia totale, che parziale e l’uso al di fuori della pura consultazione da parte del professionista. Ogni abuso verrà perseguito a norma di legge. L’Azienda SER-VIS s.r.l. non sarà in nessun caso responsabile per eventuali danni derivanti dall’utilizzo o dai risultati di un utilizzo diverso di tali informazioni.

Avvertenze: si ricorda che in generale gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata, né tantomeno vanno ad essi attribuite funzioni preventive o curative. La loro azione, infatti, si limita all’integrazione nutrizionale e/o al coadiuvare il mantenimento delle normali e sane funzioni fisiologiche. Pertanto, in presenza di sintomatologie patologiche o presunte tali, si invita sempre a consultare il parere del medico, il quale potrà valutare il possibile utilizzo concomitante di un integratore, a fronte delle sue funzioni nutritive o coadiuvanti specifiche.