Product was successfully added to your shopping cart.
  • DETOXIGEN 125 pastiglie DETOXIGEN 125 pastiglie
Funzione principale
Depurativo generale
Beneficio aggiuntivo
Utile per depurare dai metalli pesanti

DETOXIGEN 125 pastiglie

Breve descrizione

Integratore alimentare a base di aminoacidi, glutatione, selenio e vitamine. In particolare, selenio, vitamina C e vitamina E contribuiscono alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.
29,90 €

Disponibilità: Disponibile

Farmadati: 923372179
125 pastiglie da 400 mg (41,5 dosi da 3 pastiglie)
Formato disponibile: 50 g
CERCA SU AMAZON
CERCA SU SHOPPING

*Dr. Giorgini non effettua vendita diretta ai Consumatori ma inoltra a siti con prodotti gestiti da Clienti

  TROVA PUNTO VENDITA

Le recensioni sono opinioni personali dei clienti e i risultati possono variare da persona a persona in base a diversi fattori.

  1. Recensisci per primo questo prodotto

Scrivi la tua recensione

Consigli d'uso

Si consiglia l’assunzione di 3 pastiglie (1,2 g) da una a tre volte al giorno in qualunque momento.

Formato

50 g / Pastiglie

Dosi

125 pastiglie da 400 mg (41,5 dosi da 3 pastiglie)

Informazioni per rivenditori

Codice Articolo:SERIDETOX50
Codice EAN: 8034003684815
Farmadati: 923372179

Avvertenze

Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Tenere fuori dalla portata dei bambini sotto i 3 anni. Contiene N-acetilcisteina: non somministrare il prodotto ai bambini al di sotto dei 3 anni di età.

Ingredienti

Acido α-lipoico, vitamina C liposolubile (palmitato di ascorbile), cellulosa microcristallina, gomma arabica, silicio biossido, SAMe (S-adenosil metionina), vitamina E naturale (acetato di D-α-tocoferile), acido (L-)glutamico, (L-)cisteina, (L-)cistina, glicina, (L-)metionina, NAC (N-acetilcisteina), taurina, glutatione, arancio dolce (Citrus sinensis) scorze dei frutti O.E., (L-)seleniometionina, vitamina A (retinolo).

Tabella nutrizionale

Legenda

O.E. = Olio essenziale distillato dalla pianta.
RDA= Quantità alimentare giornaliera raccomandata.

Informazioni sugli ingredienti per gli addetti del settore

«L’Acido alfa-lipoico è un cofattore in reazioni vitali che producono energia per l’organismo [a livello mitocondriale]. È un potente antiossidante che viene sintetizzato dall’organismo umano.
L’Acido alfa-lipoico è registrato in Germania come medicinale per il trattamento delle neuropatie quali quella diabetica e alcoolica e per le malattie epatiche.
È stato suggerito che l’Acido alfa-lipoico possa essere in grado di rallentare l’invecchiamento cerebrale e, più in generale, i processi di senescenza.
L’Acido alfa-lipoico può prevenire o ridurre il danno cerebrale e tissutale che consegue a ischemia miocardica o cerebrale.
Ha la capacità di aumentare i livelli cellulari di Glutatione.
Si è dimostrato utile nel conferire una certa protezione nei confronti dell’avvelenamento da cadmio e dell’inalazione di esano.
È stato impiegato in alcune forme di tossicità epatica, come l’avvelenamento da Amanita phalloides.
Può aumentare la risposta anticorpale.
L’integrazione di Acido lipoico è un mezzo efficace e sicuro per migliorare l’attività metabolica generale e aumentare lo stato antiossidante, in maniera da consentire una migliore protezione contro gli insulti ossidativi esterni e xenobiotici che accompagnano l’avanzare dell’età»[1].

«SAMe viene prodotto dall’aminoacido Metionina, anzi è la forma attiva della Metionina. I livelli di SAMe nei tessuti sono tipicamente bassi negli anziani e nei pazienti affetti da osteo-artrite, depressione, varie malattie epatiche, fibromialgia, emicrania.
SAMe è coinvolto in oltre 40 reazioni biochimiche dell’organismo; opera in stretta connessione con acido folico e vitamina B12 nelle reazioni di metilazione, il processo in cui viene aggiunta una singola unità di carbonio (metile) a un’altra molecola specialmente nelle reazioni di disintossicazione [fase II del fegato, metila-zione] e nella chimica del cervello.
È necessario alla produzione di importanti sostanze presenti nel cervello, neuro-trasmettitori [serotonina e dopamina] e fosfolipidi quali fosfatidilcolina e fosfatidilserina.
SAMe è abbastanza utile anche in diverse malattie del fegato, compresa la cirrosi epatica, la sindrome di Gilbert e i danni epatici da contraccettivi orali.
SAMe sembra essere l’integratore perfetto per alleviare la condizione che i medici naturopati definiscono “fegato pigro”… influisce positivamente su diversi disturbi epatici grazie alla sua capacità di favorire il flusso della bile e di ridurre la colestasi. Numerosi fattori e malattie possono ostacolare il flusso della bile all’interno del fegato; tipicamente queste malattie sono accompagnate da alterazioni di bilirubina, fosfatasi alcalinica, SGOT, GGTP, LDH, ecc., indici di danno cellulare»[2].




[1] Physicians’ Desk Reference, PDR Integratori nutrizionali, CEC Editore.
[2] Michael T. Murray, Guida medica agli integratori alimentari. Red Edizioni.

ATTENZIONE

La documentazione contenuta in questa sezione è RISERVATA solamente a persone qualificate nei settori della medicina, dell’alimentazione o della farmacia (Art.6 – D.Lgs 111/92, recepimento Direttiva CEE 89/389) e non ha in alcun modo funzione pubblicitaria. Le informazioni in essa veicolate sono fornite a puro scopo illustrativo ed informativo generale, destinato esclusivamente al professionista per suo stretto uso personale e non dovrà, in alcun modo servire per usi pubblicitari, né dovrà mai essere destinata al pubblico.

È assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, dei documenti contenuti in questa sezione. Se ne diffida la divulgazione al pubblico sia totale, che parziale e l’uso al di fuori della pura consultazione da parte del professionista. Ogni abuso verrà perseguito a norma di legge. L’Azienda SER-VIS s.r.l. non sarà in nessun caso responsabile per eventuali danni derivanti dall’utilizzo o dai risultati di un utilizzo diverso di tali informazioni.

Avvertenze: si ricorda che in generale gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata, né tantomeno vanno ad essi attribuite funzioni preventive o curative. La loro azione, infatti, si limita all’integrazione nutrizionale e/o al coadiuvare il mantenimento delle normali e sane funzioni fisiologiche. Pertanto, in presenza di sintomatologie patologiche o presunte tali, si invita sempre a consultare il parere del medico, il quale potrà valutare il possibile utilizzo concomitante di un integratore, a fronte delle sue funzioni nutritive o coadiuvanti specifiche.