Secondo un antico detto popolare il radicchio è il dono che l’autunno fece all’inverno per rallegrare i campi durante la stagione fredda, grazie al suo acceso colorito. Oggigiorno esistono tantissime varietà di radicchio, ma quali sono le proprietà di questo ortaggio? E che benefici può regalare al nostro corpo, oltre che al nostro organismo? Vediamolo assieme.

Storia e diffusione del radicchio

Il radicchio venne scoperto – ed è tuttora coltivato principalmente – in Italia e viene esportato in Europa settentrionale come verdura invernale.

La semina, infatti, avviene da giugno a luglio, mentre il raccolto viene effettuato in un periodo che va da ottobre a febbraio (in base alla varietà di radicchio).

Ma quali sono i caratteri botanici di questo ortaggio? Il radicchio, il cui nome scientifico è Cichorium intybus, è la forma orticola della comune cicoria, appartenente alla famiglia delle Compositae.

Se in alcune regioni è conosciuto come radicchio, in altre esso mantiene il nome di cicoria. Sia i piccoli coltivatori sia i consumatori ormai identificano sempre più come radicchi i tipi a foglie colorate e come cicorie quelli a foglie verdi.

Appartenenti al genere Cichorium, sia i radicchi a foglie colorate che quelli a foglie verdi hanno avuto origine da selezioni e incroci vari avvenuti nel corso del tempo.

Le varietà di radicchio più diffuse in Italia

La suddivisione odierna vede oggi maggiore chiarezza nella definizione delle differenti varietà di radicchio.

Prima di tutto, le cicorie-radicchi vengono ripartiti – come si evince da quanto detto – in tipologie a foglie colorate e a foglie verdi. All’interno della prima categoria, si trovano i “Rossi” di Chioggia, Treviso e Verona (precoci o tardivi), i “Variegati” di Castelfranco, nuovamente Chioggia, Lusia, anche in questo caso precoci o tardivi. Viceversa, tra quelli a foglie verdi si annoverano il Bianco di Chioggia, la Cicoria Pan di Zucchero, quella di Milano, quella Capotta e quella di Bruxelles

N

Tipologie a foglie colorate

All’interno di questa categoria, si trovano i “Rossi” di Chioggia, Treviso e Verona (precoci o tardivi). E poi i “Variegati” di Castelfranco, nuovamente Chioggia, Lusia, anche in questo caso precoci o tardivi.

N

Tipologie a foglie verdi

Tra i radicchi a foglie verdi si annoverano il Bianco di Chioggia, la Cicoria Pan di Zucchero, quella di Milano, la Capotta e quella di Bruxelles.

Come si può desumere da questo elenco, il Veneto è la regione nella quale è più concentrata la coltivazione di questo ortaggio.

Il Rosso di Chioggia è la varietà di radicchio più coltivata, anche se il padre di tutti, quello più rinomato, è quello di Treviso. Il radicchio è comunque diffuso anche (partendo da nord) in Lombardia, Emilia-Romagna, Abruzzo e Lazio.

Del radicchio si consumano i cespi, costituiti da foglie riunite a rosetta più o meno compatta. Hanno dimensione e aspetto molto diversi a seconda della varietà; queste, infatti, possono essere arrotondate, lunghe, a margine liscio, frastagliato e vanno, come colore, dal verde chiaro al verde scuro, sino al rosso di varie tonalità.

Proprietà nutritive del radicchio

Sarebbe bene, se si desidera apprezzare appieno le caratteristiche gustative del vegetale, e le sue proprietà nutritive, consumarlo crudo in insalata e fresco, appena colto. Oggigiorno, comunque, le possibilità di utilizzare questi prodotti dell’orto sono varie.

Secondo tutti gli Autori, il radicchio contiene una buona quantità di nutrienti preziosi e svolge un importante ruolo di integrazione nutrizionale.

Nello specifico, a fronte di un apporto calorico irrisorio (10/15 calorie per 100 grammi di prodotto), molti pensano che il radicchio possieda una buona quantità di nutrienti. Questi ortaggi, vengono inoltre considerati discrete fonti di minerali quali calcio e ferro, magnesio e potassio.

Le tabelle nutrizionali del radicchio

In realtà, se si vanno a consultare le tabelle nutrizionali degli alimenti ci si rende conto che l’apporto di nutrienti non è così elevato: 100g di radicchio contengono, ad esempio, solo 25mg di calcio, 0,74mg di ferro e 13mg di magnesio.

Anche le fibre in realtà non sono cosi abbondanti.

Benefici del radicchio

Benché dal punto di vista nutrizionale il radicchio non sia così ricco come si possa pensare, da quello fitoterapico può offrire un vari benefici.

L’ideale sarebbe consumare una porzione di radicchio crudo all’inizio del pasto. Infatti, esso favorisce la produzione di bile, migliorando così la digestione, specie dei pranzi e delle cene abbondanti e degli alimenti ricchi di grassi.

Il sapore amaro, dovuto ai guaionolidi, rende il radicchio un ottimo aperitivo giacché risveglia l’appetito e predispone a una buona digestione.

Senza dimenticare che, tra le altre sostanze presenti nel radicchio, vanno ricordate le antocianine (che conferiscono il colore rosso a questi vegetali). Si tratta di potenti antiossidanti che, nel radicchio rosso di Chioggia e in quello di Treviso non si alterano con il calore, quindi neppure con la cottura.

  • Articoli recenti
F. Stefanini Administrator
Redattrice, Blogger, SEO expert | Dr. Giorgini
follow me

Laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Bologna (2000), con successiva specializzazione in Relazione e comunicazione coi media (2001).

Ha maturato una decennale esperienza nel settore editoriale, occupandosi di correzione bozze, editing, revisione e gestione di progetti di scolastica tecnica scientifica.

Si è occupata della stesura di articoli divulgativi sulle tematiche del benessere e della prevenzione per la rivista “Professione salute” dell’editore Blumill srl.

Ha collaborato come consulente esterno con Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), occupandosi dello sviluppo contenuti per le tematiche di rendicontazione per la versione online del bilancio sociale dell’Associazione (2014).

Attualmente si occupa della gestione dei profili social per l’azienda Giorgini Dr. Martino, della scrittura di articoli Seo oriented e della produzione dei contenuti per altri materiali di comunicazione online e offline (newsletter, landing page, bugiardini ecc.).