È risaputo, il rientro dalle ferie estive non è per nulla facile: da ritmi giornalieri blandi si passa repentinamente alla routine lavorativa e ai numerosi doveri quotidiani. Così, oltre all’inevitabile “delusione” per la fine della vacanza, che è sempre “troppo breve”, al ritorno in città può attenderci anche il famoso stress da rientro. Questa fase transitoria può tuttavia essere affrontata nel migliore dei modi con i giusti accorgimenti ed alcuni rimedi naturali. Vediamo bene come.

Ritorno dalle vacanze: sintomi e cause dello stress da rientro

Lo stress da rientro non è una leggenda metropolitana. Quello che gli esperti chiamano anche post vacation blues, secondo dati Istat 2015, riportati anche dall’Ansa, riguarda oltre 6 milioni di italiani. I sintomi più comuni di questo stato generalmente sono:

  • irrequietezza;
  • debolezza;
  • noia e senso di insoddisfazione;
  • sonnolenza e stanchezza.

Le cause di questa “sensazione” possono essere diverse, prima fra tutte il lieve, ma inevitabile, “trauma” del ritorno alla realtà dopo aver trascorso un periodo lontani da problemi e doveri.

Se a ciò si aggiunge la progressiva diminuzione delle ore di sole, dovuta all’avvicinarsi dell’autunno, si può considerare “fisiologico”, a settembre, un blando calo dell’umore.

Magnesio e stress: quell’aiuto inaspettato

È ormai risaputo che il magnesio svolge un grandissimo numero di funzioni: tra quelle principali vi sarebbe l’effetto sedativo sul sistema nervoso.

Allora, perché assumerlo quando si è stanchi? «Uno degli effetti paradossali del magnesio sul sistema nervoso consiste nel fatto che se una persona carente di magnesio prende un supplemento di magnesio, la persona si sente più energica e vitale di prima, anche se questo non è uno stimolante, ma un sedativo. Ciò che avviene è che il magnesio allevia la condizione di irritabilità nervosa, evitandone la prima conseguenza che è l’affaticamento eccessivo» (J. I. Rodale, Il libro completo dei minerali per la salute, Firenze 1988).

Salva

Salva

5 regole utili per combattere lo stress da rientro

E però, va detto che, per contrastare questo stress da rientro, non esiste una regola universale. Ciò nonostante, vi sono alcuni validi accorgimenti che possono permettere di affrontare al meglio tale “problema” se non addirittura di evitarlo.

1) Gradualità

Per attenuare l’impatto del rientro, è bene riprendere tutte le proprie attività nella maniera più graduale possibile, ritagliandosi, di tanto in tanto, piccoli momenti di relax.

2) Stare all'aria aperta

Per sollevare l’umore, è possibile approfittare degli ultimi week-end di fine estate per trascorrere più tempo all’aria aperta. Va bene anche una semplice camminata al parco in pausa pranzo o una sosta in piscina. La luce del sole è infatti un ottimo alleato per riadattare l’orologio biologico ai nuovi ritmi e al cambio di stagione.

3) Un po' di sport

Un aiuto contro lo stress da rientro può arrivare anche da un po’ di regolare movimento. Non è necessario essere degli “atleti provetti”, infatti può bastare una camminata al parco o un giro in bicicletta: è stato infatti dimostrato che le endorfine rilasciate dall’organismo a seguito di attività fisica possono influire positivamente anche sul tono dell’umore.

4) Un buon riposo

Per favorire un ritorno sereno alla routine quotidiana è fondamentale concedersi le giuste ore di riposo: sarebbe quindi bene coricarsi la sera ad orari regolari ed evitare di fare troppo tardi, come invece accade frequentemente in vacanza.

 

5) Alimentazione corretta

Un aspetto forse troppo spesso trascurato per contrastare lo stress è l’alimentazione: è importante seguire una dieta sana e bilanciata, ricca di verdure e frutta di stagione, per assicurarsi il giusto apporto di vitamine e sali minerali, fondamentali per contrastare la stanchezza tipica di questo periodo. Sarebbe inoltre bene limitare cibi troppo grassi che appesantiscono il nostro organismo, quali fritti, insaccati e dolci eleborati.

Gli aiuti naturali più efficaci contro lo stress da rientro

Oltre a questi opportuni e importanti accorgimenti, è possibile prevenire il cosiddetto stress da rientro anche attraverso l’utilizzo di integratori naturali contenenti piante e nutruitivi come:

  • magnesio e fosforo: in particolare, il primo dei due può regalarci diversi benefici. Coinvolto in numerosi processi biologici essenziali per la vita e la salute, il magnesio svolge infatti un ruolo di primaria importanza nella produzione di energia e nell’equilibrio del sistema nervoso;
  • melatonina: se al rientro da un viaggio intercontinentale accusate gli effetti del jat-leg, o anche se semplicemente faticate ad addormentarvi una volta tornati ai mille impegni del quotidiano, la melatonina può essere un utile supporto. La sua assunzione può intatti ridurre il tempo necessario a prendere sonno e a rimettere in sesto il nostro “orologio biologico”;
  • passiflora o valeriana: la sera, per favorire il sonno notturno e la qualità del risposo, è possibile assumere estratti naturali a base di passiflora o valeriana. entrambe queste piante favoriscono infatti il benessere mentale e promuovono il rilassamento in caso di stress;
  • triptofano: se lo stress da rientro incide anche sulla qualità del vostro sonno, può essere utile assumere un integratore a base di triptofano. Questo aminoacido è infatti il precursore della melatonina (utile per regolare i ritmi sonno veglia) e della serotonina, il cosiddetto ormone del buonumore;
  • SAMe: per combattere lo stress da rientro dalle ferie, anche in vista del cambio di stagione, può utile anche un’integrazione di SAMe. Questa sostanza naturale sembra infatti potenziare l’attività della serotinina, il cosidetto “ormone della felicità”.

Arginare lo stress da rientro e ritrovare quella vitalità che penciamo di aver perso al rientro dalle vacanze non è quindi un obiettivo irragiungibile. Sarà sufficiente rafforzarsi con qualche accorgimento, reso più efficace dall’assunzione di alcuni semplice rimedi naturali!

Salva

SAME STRESS