La ritenzione idrica è un fenomeno piuttosto diffuso, specie tra le donne, a seguito di fattori ormonali e genetici: si stima infatti che circa il 30% della popolazione femminile in Italia lamenti questo problema. Ma cos’è esattamente? Ed esistono per la ritenzione idrica rimedi naturali realmente efficaci? Scopriamolo assieme.

In particolare ci occuperemo dei seguenti argomenti

Che cos’è la ritenzione idrica?

Il termine ritenzione idrica in campo medico è usato per indicare un accumulo di liquidi nelle aree interstiziali (ovvero tra una cellula e l’altra). La principale conseguenza di questo accumulo è la formazione di un edema, ovvero un rigonfiamento anomalo nelle zone colpite.

Ricordiamo, inoltre, che il ristagno di liquidi è solitamente maggiore nelle aree del corpo che sono inclini ad accumulare grasso. Ecco perché spesso è possibile notare una maggiore ritenzione idrica a livello delle gambe, dei glutei e dell’addome.

Quali sono le cause della ritenzione idrica?

Esclusa la presenza di alcune patologie specifiche (come disfunzioni renali, infiammazioni ecc.), per le quali occorre rivolgersi al medico di fiducia, tra le principali cause della ritenzione idrica ricordiamo:

  • cause genetiche;
  • sedentarietà;
  • cattive abitudini alimentari e/o sovrappeso;
  • alterazioni del microcircolo;
  • scarpe inadatte, come tacchi troppo alti, e vestiti stretti;
  • alterata funzionalità delle vie urinarie e/o una diuresi limitata;
  • assunzione di alcuni farmaci.

Ritenzione idrica rimedi naturali: i 7 più efficaci

Non esiste la formula magica contro laccumulo di liquidi e difficilmente è possibile eliminare la ritenzione idrica da un giorno all’altro. Con un po’ di costanza e gli accorgimenti giusti si possono però ottenere ottimi risultati.

Per contrastare la ritenzione occorre per prima cosa intervenire sulle cause scatenanti.

È quindi consigliabile correggere eventuali abitudini alimentari errate (consumo eccessivo di sale, alcolici, prodotti confezionati ecc.) e praticare un po’ di regolare movimento (per esempio, camminate, nuoto o ginnastica in acqua).

Un aiuto aggiuntivo in questi casi può arrivare dalla fitoterapia. Ecco 7 piante che contribuiscono alla lotta contro la ritenzione idrica grazie alle loro proprietà drenanti:

1) Centella asiatica

La centella è un ottimo aiuto naturale contro gli inestetismi della cellulite poiché favorisce la funzionalità del microcircolo, alleviando la sensazione di pesantezza alle gambe. Questa pianta viene utilizzata anche in caso di fragilità capillare poiché, attraverso la produzione di collagene, rende più resistenti i tessuti connettivi.

2) Linfa di betulla

Tra i migliori rimedi naturali contro gli inestetismi della cellulite vi sono le gemme, i germogli e gli estratti freschi di giovani piante come la betulla. Le parti ancora in fase di accrescimento, come la linfa di betulla, contengono infatti sostanze rigeneranti uniche, che funzionano come potenti drenanti naturali anticellulite.

3) Gambo d'ananas

Contro la ritenzione idrica è possibile trarre giovamento dall’assunzione di integratori specifici a base di potassio, vitamine e piante come ananasmirtillo nero e semi d’uva. Queste piante infatti sono utili per sostenere il normale funzionamento del microcircolo e in particolare l’estratto di gambo d’ananas, oltre a contrastare la cellulite, favorisce anche il drenaggio dei liquidi in eccesso.

4) Equiseto

Altre piante indicate per far fronte alla ritenzione idrica sono quelle che supportano la funzionalità delle vie urinarie e che, contemporaneamente, favoriscono il drenaggio dei liquidi corporei. Tra queste troviamo equiseto, mais, verga d’oro, sedano, prezzemolo, erica e parietaria.

5) Finocchio

Nella composizione di alcuni prodotti naturali, oltre a queste piante possono essere presenti anche estratti di finocchio ononide, che a loro volta sostengono l’eliminazione dei liquidi in eccesso. Per un effetto sinergico, spesso vengono utilizzate anche alcune piante che possono favorire le funzioni depurative dell’organismo, come asparago parietaria.

6) Tarassaco

Le proprietà diuretiche del tarassaco lo rendono un ottimo alleato per contrastare la ritenzione idrica: le sue foglie e le sue radici, infatti, oltre a favorire la funzionalità delle vie urinarie, promuovono il drenaggio dei liquidi corporei. Gli integratori a base di tarassaco stimolano la diuresi e la depurazione dell’organismo, favorendo una riduzione degli inestetismi della cellulite.

7) Tè verde

Per finire, è possibile trarre giovamento anche dall’assunzione di integratori a base di tè verde, pianta sfruttata da secoli per le sue proprietà benefiche: nel caso specifico risulta utile per sostenere il drenaggio dei liquidi e l’equilibrio del peso corporeo.

cellulite dren