A chi non è mai capitata una notte da leoni? Spesso però il risveglio non è così gagliardo e ci si ritrova a provare tutti i rimedi naturali post sbornia che si conoscono.

Il nostro fegato, infatti, dopo essere stato sovraccaricato di alcol, necessiterà di espellere tutte le sostanze nocive ingerite. In questi casi si manifesta un calo degli zuccheri nel sangue, che genera affaticamento e disidratazione diffusa.

I classici postumi della sbornia si manifestano con sintomi quali mal di testa martellante, nausea, acidità di stomaco e inappetenza.

Come fare quindi a stare subito meglio? Vediamo insieme 7 rimedi naturali post sbornia.

1) Acqua, acqua e acqua!

Dopo una sbornia è importante reintegrare i liquidi persi e bere molta acqua per eliminare velocemente le tossine attraverso sudore e urine.

L’alcol, infatti, non disseta ma, al contrario, favorisce la disidratazione e la sensazione di sete, come spiegato anche in un articolo della Fondazione Umberto Veronesi.

acqua-post-sbornia

L’acqua contribuisce alla reidratazione dell’organismo ed è buona norma berla prima, durante e dopo l’assunzione di alcol.

Per stare meglio si può applicare la cosiddetta “regola delle due caraffe”, che consiste nel berne una prima di andare a letto e una al proprio risveglio.

Salva

2) Miele e limone

Una bevanda calda con succo di limone e miele è un efficace rimedio anti sbornia. Questo semplice mix contribuisce a reintegrare sostanze nutritive, zuccheri e liquidi persi a causa dell’alcol di troppo.

miele-acqua-post-sbornia

Non solo: il miele contiene fruttosio, un valido aiuto per ridurre il mal di testa, in quanto bilancia il livello di zuccheri nel sangue. Ricordiamo infatti che la glicemia durante i postumi della sbornia è piuttosto bassa.

3) Banane

La banana è da sempre uno dei migliori rimedi naturali post sbornia. La disidratazione, infatti, comporta anche una perdita di potassio, che può essere facilmente reintegrato attraverso questo frutto.

banane-post-sbornia

Mangiare una banana, inoltre, aiuta a limitare il senso di vertigini che deriva proprio da questa carenza di potassio.

4) Colazione? Sì, ma attenti al caffè!

La cosa migliore da fare la mattina dopo una notte brava è fare una sana colazione. Via libera quindi a crackers, cereali, fette biscottate, marmellata e frutta.

In particolare i succhi di frutta appena spremuti sono un vero toccasana contro la sbornia: questi sono ricchi di vitamine e permettono di alzare velocemente il livello di zuccheri nel sangue.

rimedi-naturali-post-sbornia

Se avete una forte acidità di stomaco evitate però il succo d’arancia! Allo stesso modo anche il caffè dovrebbe essere assunto con cautela.

Pochi infatti lo sanno, ma la tostatura del caffè produce sostanze tossiche, come la caffeotossina e l’acrimalide. Anche l’Efsa (Autorità europea per la sicurezza alimentare) considera l’acrimalide dannosa e potenzialmente cancerogena.

Le alternative al caffè per eliminare il senso di intontimento post sbornia? Alcuni estratti naturali indicati qui sotto.

Salva

5) Doccia fredda

Un classico rimedio della nonna? Sì, ma è sempre valido ed efficace! Farsi una doccia fresca, infatti, aiuta spesso a sentirsi meglio e a recuperare un po’ della lucidità perduta.

doccia-rimedi-naturali-post-sbornia

Se avete bevuto davvero troppo, però, fatela il giorno dopo o rischierete di perdere l’equilibrio e cadere per terra!

6) Impacchi con ghiaccio

Per ridurre mal di testa e senso di vertigine può essere molto utile fare impacchi di ghiaccio. Sia che venga schiacciato in un sacchetto che avvolto dentro un panno, questo rimedio può aiutarvi a sentire subito meglio.

ghiaccio-rimedi-naturali-post-sbornia

Una soluzione più rapida può essere anche quella di sciacquare semplicemente un panno sotto l’acqua fredda per poi stendervi e mettervelo sulla testa.

7) Rimedi naturali post sbornia

Tra i rimedi naturali post sbornia troviamo innanzitutto le tisane, che vi aiuteranno soprattutto a diminuire il senso di nausea. In particolare sono efficaci quelle a base di zenzero, melissa e camomilla.

Per una maggiore efficacia, è possibile assumere queste piante sotto forma di estratto (liquido o in pastiglie).

Ricordiamo, infatti, che la tisana è sicuramente pratica ma non ci permette di sfruttare al meglio i principi attivi delle erbe. Il calore e l’infusione degradano infatti i principi attivi benefici, cosa che non avviene in un integratore concentrato.

rimedi-naturali-post-sbornia

 In caso di mal di testa, invece, vi consigliamo l’estratto integrale di matè, che svolge inoltre un’ottima azione tonica contro la stanchezza fisica e mentale.

Le foglie di Matè contengono infatti caffeina, ma sono anche ricche di tannini, saponine, minerali e aminoacidi, nonché vitamina C. Grazie al matè è dunque possibile sfruttare i benefici della caffeina senza assumere acrimalide (come invece avviene quando beviamo caffè fostato)

Per questo motivo il Matè risulta «utile dopo le sbornie e in caso di cefalea e come bevanda mattutina» (F. Perugini Billi, Manuale di Fitoterapia, Azzano San Paolo 2004).

Salva

Salva

Salva

Se ti è piaciuto questo articolo, ti potrebbe interessare anche…

rimedi naturali