I brufoli sono un inestetismo molto comune, specie tra gli adolescenti (acne giovanile), che può colpire la pelle del viso, della schiena e di altre parti del corpo. Contrariamente a quanto si crede, i brufoli possono comparire anche in età adulta. I rimedi naturali contro i brufoli possono essere una soluzione efficace per limitare la comparsa di questi inestetismi.

Per individuare con precisione i motivi di questa problematica (e quindi correre più efficacemente ai ripari), è sempre bene consultare un dermatologo, ma vediamo insieme alcune delle cause più frequenti.

In particolare ci occuperemo dei seguenti argomenti.

Brufoli cause e fattori scatenanti

Cosa sono esattamente i brufoli? E perché si formano? I brufoli (o foruncoli) sono il risultato di un’infiammazione di tipo superficiale dei follicoli cutanei.

Sulla nostra pelle sono presenti tantissimi pori, ciascuno dei quali è connesso alle ghiandole che producono sebo. Quest’ultimo è un componente fondamentale del film idrolipidico, che svolge un’importante funzione protettiva della pelle.

Può tuttavia accadere che il grasso in eccesso ostruisca i pori entrando in contatto con i batteri presenti sulla cute. Ne consegue una risposta infiammatoria e la formazione del foruncolo.

I brufoli sono dunque una problematica estremamente diffusa nel periodo della pubertà, proprio perché i cambiamenti ormonali tipici di questo periodo causano un aumento della produzione di sebo (e di conseguenza pelle grassa).

Vi sono però anche altre cause scatenanti tra cui ricordiamo le più comuni:

  • controindicazioni di alcuni medicinali;
  • uso di cosmetici non adatti alla propria pelle o un loro utilizzo sbagliato;
  • alimentazione scorretta;
  • accumulo di stress.

Le 7 regole e i rimedi naturali contro i brufoli

Per limitare l’insorgenza degli odiati brufoli ed evitare che, una volta risolto il problema, rimangano antiestetiche cicatrici sulla pelle, è bene osservare precisi accorgimenti. Vediamo assieme alcune regole utili per contrastare questo fastidioso fenomeno cutaneo.

1) Seguire un'alimentazione corretta

Limitare l’assunzione di grassi saturi, come consigliato anche in un articolo della Fondazione Umberto Veronesi, poiché possono aggravare il problema già in essere. Nessun cibo va demonizzato, nemmeno il cioccolato. Mantenere il giusto peso e non affaticare il fegato è però anche un modo per evitare squilibri che possono favorire la comparsa di brufoli.

Meglio quindi non eccedere con patatine, snack in generale, prodotti confezionati e bibite gassate. Nella scelta degli alimenti, dare la precedenza a pesce fresco, carni magre, cereali e abbondare con frutta e verdura di stagione.

2) Un aiuto naturale: la bardana

Per aiutare l’organismo a smaltire le scorie in eccesso, che possono favorire la comparsa dell’inestetismo, può essere utile il ricorso a integratori a base di bardana. Questa pianta con i suoi principi sostiene infatti le funzioni depurative dell’organismo e aiuta a mantenere il benessere della pelle.

3) Pulizia del viso regolare

Lavarsi il viso due volte al giorno, facendo ricorso ad acqua tiepida e detergenti purificanti, ma delicati. Detergenti troppo aggressivi possono infatti irritare ulteriormente la pelle e peggiorare il problema.

È possibile trarre giovamento da prodotti contenenti estratti vegetali astringenti, depurativi e tonificanti (come bardana, calendula, borragine ecc.). Per tenere pulita la pelle, può risultare utile anche l’applicazione topica di maschere a base di argilla.

4) Non schiacciare

Evitare di schiacciare/strizzare i punti neri o i foruncoli, per non causare lesioni che possono poi lasciare cicatrici. Eventuali incisioni devono essere eseguite unicamente da un medico o dal dermatologo.

5) Scegliere cosmetici naturali

Evitare l’utilizzo di creme o lozioni grasse, che possono peggiorare l’occlusione dei pori. È invece consigliata l’applicazione di cosmetici naturali come creme o gel purificanti, nella cui formulazione possono essere presenti zolfo o oli essenziali dalle proprietà antimicotiche (per esempio, cajeput, lavanda, limone ecc.).

Per truccarsi, utilizzare preferibilmente fondotinta oil-free ed evitare prodotti per la pelle privi di oli. Ricordate inoltre di lavare i pennelli da trucco e di struccarvi correttamente prima di andare a dormire, eliminando tutte le tracce di trucco, così da prevenire la comparsa di brufoli e altre impurità.

6) Rimedi fai da te

Il ricorso a rimedi “fai-da-te”, come l’applicazione di bicarbionatodentifricio sui brufoli, può essere un palliativo per “tamponare” il problema di un singolo foruncolo, “seccando”  il sebo in eccesso. Tuttavia in caso di problematiche estese, è sempre bene consultare il dermatologo.

7) Attenzione alle lampade

Contrariamente a quanto si pensa, l’esposizione alle lampade non è utile per “seccare” i brufoli, ma può anzi peggiorare il problema causando un ispessimento delle pelle. Allo stesso modo un’eccessiva esposizione al sole risulta dannosa per l’epidermide e può causare la comparsa di brufoli e punti neri.

Rimedi naturali contro i brufoli: conclusioni

Come abbiamo visto la pelle grassa e gli inestetismi cutanei può essere affrontati efficacemente con una sinergia di dieta, semplici accorgimenti e il ricorso a rimedi naturali contro i brufoli.

Molto importante, in questi casi, è la costanza. Nessun aiuto naturale può infatti “fare miracoli” e eliminare i brufoli da un giorno all’altro. Seguendo le regole indicate e con l’aiuto della bardana sarà però possibile cancellare i brufoli o limitarne la comparsa.

In caso di problemi intensi e ricorrenti è però sempre bene sentire anche il parere del dermatologo di fiducia.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti potrebbe interessare anche…

BARDANAVIS