Il magnesio (Mg) è un minerale importantissimo per la salute dell’organismo. È presente in quasi tutte le cellule del corpo, quindi la sua carenza può favorire vari disturbi. Nella nostra dieta non devono dunque mai mancare alimenti ricchi di magnesio. Inoltre, all’occorrenza, è bene integrare questo minerale con prodotti ad hoc. Vediamo quindi assieme quando prendere il magnesio e quali benefici possiamo ottenere!

In particolare affronteremo i seguenti argomenti.

Come e quando prendere il magnesio?

Il modo più semplice per assumere magnesio è seguire una dieta corretta! Dobbiamo quindi inserire nella nostra alimentazione cibi che lo contengono in quantità adeguate.

I cibi però a volte possono non bastare: la cottura e i metodi di conservazione riducono la quantità di benefiche sostanze al loro interno.

È quindi possibile soddisfare il fabbisogno di magnesio facendo ricorso a prodotti specifici che integrino la nostra dieta.

Ma quando prendere il magnesio e quali azioni può svolgere questo minerale? Indicativamente, il magnesio può essere assunto per:

Vediamo ora assieme, punto per punto, le benefiche proprietà di questo minerale.

8 buoni motivi per prendere il magnesio

Le funzioni svolte dal magnesio nel nostro corpo sono talmente numerose che è difficile sintetizzarle tutte! Di seguito, però, abbiamo elencato, tra i tanti, 8 buoni motivi per prendere il magnesio.

1) Se sei stanco e vuoi un plus di energia

Il magnesio è indispensabile per molte reazioni biochimiche del nostro corpo. Esso rende possibili i processi che trasformano zuccheri e grassi in energia sfruttabile dalle cellule.

È quindi evidente che se siamo carenti di magnesio questa trasformazione non è possibile. La conseguenza diretta sarà una maggiore stanchezza e, di conseguenza, irritabilità.

Se il nostro corpo non ha magnesio a sufficienza, diventa come una macchina che non può carburare adeguatamente: questa è solo una metafora che può fare intuire quando prendere il magnesio.

Per combattere stanchezza fisica e mentale si sfrutta in genere il magnesio cloruro. Questa tipologia di magnesio si utilizza infatti per integrare il minerale a livello di ossa e muscoli.

Un’alternativa è il magnesio “pidolato” che, in caso di disidratazione, aiuta a combattere anche l’affaticamento.

Il magnesio citrato, invece, unito al potassio, favorisce la funzione muscolare ed è quindi l’ideale per recuperare energia dopo un’intensa attività fisica.

2) Se vuoi combattere stress e nervosismo

Il magnesio, tra le altre cose, contribuisce al funzionamento del sistema nervoso e mantiene le normali funzioni psicologiche.

Questo significa che assumere magnesio quando si è particolarmente ansiosi o stressati può essere di grande aiuto.

L’aumento di nervosismo e stati d’ansia provoca, infatti, un maggiore consumo di magnesio. Il minerale, se integrato in questo frangente, agisce sul sistema nervoso favorendo un rilassamento generale.

Ecco dunque la seconda riposta alla domanda “quando prendere il magnesio”: quando siamo sotto stress!

La carenza di magnesio, infatti, determina difetti della produzione di serotonina (l’ormone che migliora l’umore) e di melatonina (l’ormone che regola il ciclo sonno-veglia).

La forma di magnesio che viene meglio assorbita dalle cellule del sistema nevoso è il glicerofosfato. Ecco quindi, che per combattere lo stress e le tensioni, bene scegliere un prodotto che contenga proprio questa “varietà” di magnesio.

3) Se vuoi respirare meglio con l'allergia

Quando prendere il magnesio diventa una buona abitudine, ecco che i benefici possono riguardare aspetti impensati. Per esempio, può mitigare i sintomi di alcune allergie.

Secondo alcuni studi, in caso di attacchi di asma allergica «l’effetto broncodilatatorio del magnesio è infatti molto efficace» (G. Maffeis, Il magico magnesio, Milano 2013).

E una dilatazione della muscolatura bronchiale può aiutare e respirare meglio!

4) Se vuoi sostenere il tuo cuore

Il cuore è un muscolo, il più importante del nostro corpo! La giusta quantità di magnesio può aiutarci a sostenere la sua salute.

Infatti, diversi studi hanno constatato che «i livelli di magnesio sono bassi nei pazienti affetti da ischemia del miocardio, spasmi delle arterie coronarie, prolasso della valvola mitralica, aritmie cardiache e tachicardie.

Sia prima, sia durante, sia dopo un infarto del miocardio sono stati osservati bassi livelli di magnesio nei tessuti e nel sangue.…» (J.E. Pizzorno jr, M.T, Murray, Trattato della medicina naturale, Edizioni Red).

Non tutti sanno che tra i farmaci cardiologici più prescritti al mondo ci sono i calcioantagonisti… ma il minerale calcioantagonista naturale per definizione è il magnesio!

5) Se vuoi rafforzare le ossa

La riduzione della massa ossea causa osteoporosi che, a sua volta, provoca dolori ossei e ed espone a fratture.

Il magnesio, in particolare quello fosfato bibasico, «può essere importante per la prevenzione e il trattamento dell’osteoporosi quanto l’integrazione di Ca. Le donne con osteoporosi hanno meno Mg nelle ossa di quelle senza OP (osteoporosi N.d.R)» (J. Pizzorno, M. T. Murray, H. Joiner-Bey, Guida clinica alla medicina naturale, Milano 2009).

Il magnesio aiuta infatti ad assimilare e a fissare il calcio nelle ossa. D’altra parte, il 50% del magnesio nel nostro corpo si trova nelle ossa. Ecco perché una sua carenza può provocare danni all’apparato scheletrico!

Per evitare carenze e sostenere il benessere delle ossa, è possibile fare ricorso a prodotti a base di magnesio cloruro.

6) Se vuoi prevenire i crampi

Vuoi un’ulteriore risposta al dubbio quando prendere il magnesio?

Questo minerale è fondamentale per il perfetto funzionamento del sistema nervoso centrale e dei muscoli, compreso il cuore.

Il magnesio regola la contrazione del cuore e dei muscoli, aiutando le cellule a convertire i nutrienti in energia.

Il consumo eccessivo di magnesio, causato da eccitabilità, stress ecc., favorisce l’ingresso di calcio nelle cellule. Di conseguenza si verifica un aumento della contrazione muscolare. Il risultato dell’eccessiva contrazione sono i crampi.

Ovviamente, se classico crampo muscolare si sviluppa nel polpaccio il fastidio è limitato. Se però avviene in un muscolo come il cuore, può avere conseguenze ben peggiori!

Un buon funzionamento del tessuto muscolare dipende quindi dall’equilibro tra la possibilità di contrazione e quella di rilassamento, quindi tra magnesio e calcio.

Per questo, come conferma un articolo pubblicato sul sito della Fondazione Veronesi, un ingrediente fondamentale per muscoli e cuore, è il magnesio!

7) Se vuoi ridurre l'acidità

Il magnesio carbonato e il magnesio cloruro possono risultare un valido aiuto contro l’acidità di stomaco.

Il primo, infatti, a contatto con l’acido cloridrico del succo gastrico, forma magnesio cloruro e libera anidride carbonica.

Il secondo, invece, ovvero il cloruro di magnesio, ripristina l’equilibrio acido-base (il pH) dello stomaco e dell’intestino.

8) Se vuoi proteggere i tuoi denti

I ricercatori hanno dimostrato che livelli di magnesio gravemente ridotti impediscono la normale calcificazione dei denti.

Inoltre, finché non si ripristinano livelli accettabili di magnesio, i nostri denti sono più esposti alla carie.

Il magnesio è infatti, assieme al fosforo, l’elemento fondamentale della struttura della dentina e dello smalto! Ecco perché per difendere i denti può essere a volte utile un’integrazione di magnesio.

Integratore di magnesio: altri 5 casi in cui può servire!

Alcune condizioni favoriscono le perdite di magnesio. Proprio in queste circostanze, è fondamentale intervenire integrando questo prezioso minerale con prodotti appositi.

Ecco alcuni dei casi più comuni in cui può essere utile integrare magnesio.

N

Fumo e alcol in eccesso

Queste cattive abitudini infatti riducono la magnesemia (la presenza del magnesio nel sangue). Inoltre, il consumo di alcolici aumenta la minzione e, conseguentemente, la perdita di magnesio, che andrebbe integrato.

N

Sindrome premestruale

Esiste una correlazione tra la sindrome premestruale e magnesio. In questo periodo, per esempio, alcune donne sviluppano una voglia intensa di cioccolata.

Ebbene, essendo il cacao un’ottima fonte di magnesio, questa voglia in concomitanza con la sindrome premestruale, è dovuta a una forte carenza di magnesio, che andrebbe integrato!

N

Frequenti mal di testa

È stato constatato che un basso livello di magnesio è connesso a emicrania di tipo tensivo. Per prevenire questa antipatico fastidio, occorre assumere magnesio con una carta frequenza.

N

Durante la menopausa

Le vampate della menopausa, infatti, causano sudorazioni abbondanti con conseguente perdita di minerali importanti, tra cui il magnesio!

N

Diete sbilanciate

Ricordiamo che un’alimentazione ricca di carboidrati raffinati e grassi riduce i livelli di magnesio. Molti medici, inoltre, consigliano un’integrazione di magnesio quando prescrivono una dieta proteica finalizzata al dimagrimento!

Come e quando il prendere magnesio: dagli alimenti agli integratori

Un adeguato apporto di magnesio si aggira attorno ai 350-420 mg al giorno per gli uomini, e di 300-360 mg per le donne.

La fonte principale di magnesio, come accennato all’inizio, deve essere una sana alimentazione, ricca di alimenti specifici, come suggerisce anche un articolo del Corriere della Sera.

In generale, gli alimenti più ricchi di magnesio sono:

  • verdure a foglia verde (spinaci, insalata)
  • frutta secca
  • legumi (fagioli, piselli)
  • cereali integrali

Frutta e verdura, però, sono sempre più poveri di nutrienti. Questo perché spesso sono coltivati in serra senza rispettare la stagionalità; inoltre spesso i terreni sui quali si coltivano sono sempre più poveri.

Inoltre, per avere un apporto adeguato di magnesio bisognerebbe mangiare una quantità molto elevata di alcuni alimenti, ogni giorno!

Ecco perché è spesso necessario assumere integratori a base di magnesio!

La cosa importante è, dopo aver capito quando prendere il magnesio, individuare le nostre specifiche esigenze.

Solo in questo questo modo sarà possibile scegliere la tipologia di magnesio più adatta e raggiungere i risultati migliori!

magnesium compositum