Le proprietà della grindelia, la pianta amica dei bronchi e delle vie respiratorie

La grindelia (Grindelia robusta) è una pianta proveniente da alcune aree paludose della California e del Nord America da tempo sfruttata in fitoterapia, da sola o in sinergia con altre piante e nutritivi, per la preparazione di estratti o integratori per la tosse. Questa pianta, come spiega la Dottoressa Beatrice Giorgini venne scoperta dagli indiani d’America, che la usavano come rimedio naturale contro la tosse e la bronchite. In seguito alla scoperta delle Americhe, i coloni appresero l’utilizzo della pianta proprio dagli indiani e iniziarono a loro volta a sfruttarla per far fronte ai problemi delle vie respiratorie.

Come agisce la grindelia e perché è un rimedio naturale contro la tosse?

Come spiega il Dr. Giorgini, i principi attivi della grindelia agiscono sulla muscolatura dei bronchi con un effetto “rilassante”, e fluidificano il muco bronchiale, con un effetto espettorante.

L’assunzione dell’estratto, ricavato dai fiori della pianta, è consigliata in caso di tosse, raffreddore e bronchite. Questa pianta può inoltre vantare anche buone proprietà antispasmodiche a livello gastroenterico, utili in caso di coliche infantili. La grindelia, infatti, non ha alcun effetto collaterale e, nelle dosi corrette, può essere tranquillamente assunta da tutta la famiglia, compresi bambini e donne in gravidanza.

Come assumere la grindelia?

La preparazione di un estratto di grindelia è in genere molto impegnativa a “causa” dell’elevata quantità di resina che la pianta contiene. Per sfruttarne appieno tutte le proprietà di questa pianta “amica” dei bronchi e delle vie respiratorie, è bene fare ricorso a prodotti contenenti l’intero fitocomplesso della pianta e tutti i suoi principi attivi, come gli integratori Dr Giorgini, ottenuti mediante speciali ed esclusivi metodi di estrazione.

DOWNLOAD SPAGYRICA