Una sostanza fondamentale per pelle, cartilagini e ossa

Oggi, specie in campo cosmetico, si sente spesso parlare di collagene come di una sostanza utile per mantenere la pelle giovane e combattere le rughe. Non a caso le proprietà del collegene sono oggetto di numerose campagne pubblicitarie di case cosmetiche più o meno note.

In commercio è infatti possibile trovare creme o integratori a base di collagene, che sfruttano questo ingrediente in sinergia con altre sostanze come l’acido ialuronico o alcune vitamine.

Ma cosa è esattamente il collagene? E che rapporto c’è tra collagene e invecchiamento cutaneo?

Il collagene è una proteina e, tra tutte le proteine, è quella maggiormente presente nel corpo umano.

Questa sostanza riveste dunque un ruolo fondamentale per pelle, cartilagini, ossa, tendini, membrane e vasi sanguigni.

Ora che abbiamo compreso che cosa è il collagene, cerchiamo di capire in che modo è connesso al processo di invecchiamento.

Collagene e invecchiamento della pelle

L’invecchiamento della nostra pelle è essenzialmente generato da diversi fattori, esterni ed interni.

In altri termini possiamo definirlo come un deterioramento progressivo della capacità del nostro corpo di rispondere ai cambiamenti esterni.

I due principali fattori interni che determinano l’invecchiamento sono:

  • l’età;
  • fattori ereditari/genetici.

Con il passare del tempo si assiste infatti a un deterioramento della struttura delle proteine fibrose (collegene ed elastina) che compongono il derma.

Inoltre, le cellule che si occupano della produzione di queste proteine riducono di anno in anno la loro efficienza, generando cellule di collagene di dimensioni inferiori.

La prima conseguenza di questo processo è un derma via via più sottile e un progressivo cedimento dell’impalcatura di sostegno su cui poggia la nostra pelle.

Le conseguenze più evidenti di questa “rivoluzione” sono la comparsa di cedimenti e delle prime rughe sul viso.

Esistono poi fattori esterni che possono “accelerare” questo processo degenerativo, favorendo la formazione di radicali liberi:

  • fumo;
  • radiazioni solari;
  • smog;
  • abuso di alcolici;
  • alimentazione non bilanciata.

Prevenzione e protezione, le 2 regole per rallentare i segni del tempo

Il processo di invecchiamento della pelle è, come abbiamo visto, fisiologico e inevitabile.

Tuttavia è possibile adottare alcune strategie per rallentare questo fenomeno, o quanto meno per evitare di accelerarlo.

Un’alimentazione bilanciata e uno stile di vita sano (ovvero senza fumo, abuso di alcolici ecc.) sono due presupposti indispensabili per il benessere generale, utili anche per aiutare il nostro corpo a “difendersi” dall’invecchiamento precoce.

Una buona strategia anti rughe, volta anche a contrastare il rilassamento della pelle, deve essenzialmente basarsi sulla prevenzione.

È dunque bene prendersi cura quotidianamente della pelle con cosmetici specifici, in particolar modo nelle aree più esposte come viso e mani.

Oli, gel o creme formulati con sostanze emollienti e vitamine possono favorire l’idratazione della pelle e aiutarci a mantenere la sua compattezza.

Un aiuto ulteriore può arrivare dall’assunzione di integratori specifici, contenenti vitamime e altri nutritivi utili per contrastare l’azione dei radicali liberi e favorire il benessere della pelle.

Tra le sostanze più utilizzate in questo tipo di integratori ricordiamo:

  • la vitamina C, che contribuisce alla formazione del collagene e risulta utile per il normale funzionamento di pelle, cartilagini e ossa;
  • le vitamine A, B2, B3 e la biotina, che possono contribuire al mantenimento di una pelle normale;
  • minerali come lo zinco, il manganese, il rame e il selenio che, in sinergia con le vitamine E e B2, proteggono le cellule dallo stress ossidativo.

DOWNLOAD SPAGYRICA