L’equilibrio la flora batterica intestinale è importante per il benessere generale

La flora batterica intestinale è costituita da un insieme di microorganismi che colonizzano il nostro apparato digerente, in particolare l’intestino.

Nel nostro intestino sono normalmente presenti circa 400 specie batteriche. Sintetizzando, tra questi microorganismi si possono individuare:

  • microorganismi costituenti la flora batterica “buona”;
  • microorganismi costituenti la flora batterica “cattiva”;

In una condizione di equilibrio anche i microorganismi cosiddetti “cattivi” non esercitano alcun effetto dannoso.

Possiamo dire, dunque, che in una condizione di “normalità” la flora batterica è in un rapporto di simbiosi con il nostro corpo.

Ricordiamo che per simbiosi si intente una particolare convivenza tra due organismi, che garantisce vantaggi reciproci a entrambi.

Quando però, per motivi diversi, questo equilibrio si altera, e i “batteri cattivi” prendono il sopravvento, possiamo essere esposti a diversi problemi di salute.

Le benefiche funzioni della flora batterica

Ma cosa fa esattamente la flora batterica “buona” e perché è così importante per il nostro benessere?

Tra le funzioni più importanti ricordiamo:

  • produzione di enzimi che favoriscono i processi digestivi;
  • attività trofica, cioè di nutrimento: la flora batterica produce infatti degli acidi grassi a catena corta, fondamentali per il nostro benessere perché servono a fornire energia alle cellule epiteliali dell’intestino;
  • attività protettiva: proprio grazie alla sovracitata azione trofica, la flora batterica potenzia “l’effetto barriera” della mucosa intestinale; è inoltre importante per modulare il sistema immunitario dell’intestino;
  • la flora batterica può, inoltre, favorire il mantenimento di un normale transito intestinale e contrastarne eventuali alterazioni (intestino pigro o, al contrario, dissenteria).

Da quanto appena detto è facile comprendere perché è così importante evitare alterazioni della flora batterica dell’intestino.

In particolare, per riequilibrare la flora batterica dopo un periodo debilitante o dopo un ciclo di antibiotici, è possibile ricorrere a integratori specifici a base di fermenti lattici.

L’assunzione di fermenti lattici probiotici e prebiotici può infatti essere un valido aiuto per favorire l’equilibrio della flora batterica.

Ricordiamo che, in base alle linee guida stilate dal Ministero della Salute, un integratore, per avere affetti positivi sulla flora batterica intestinale, deve mettere a disposizione con una dose giornaliera almeno 1 miliardo di cellule vive di un determinato ceppo.

DOWNLOAD SPAGYRICA