Mare e spiaggia sono ormai un lontano ricordo che ci ha lasciato un segno visibile sulla pelle, ma come mantenere l’abbronzatura più a lungo?

Il segreto per abbronzarsi bene  è prendere il sole con gradualità, rispettando il proprio fototipo ed evitando scottature che possono causare antiestetiche chiazze.

Al rientro dalle ferie, però, è altrettanto importante non vanificare gli sforzi e continuare a  prendersi cura della pelle.

Se, prima di partire, abbiamo scelto di utilizzare un integratore solare per l’abbronzatura, con piante e nutritivi utili per contrastare lo stress ossidativo causato dai raggi UV, possiamo continuare ad assumerlo anche al rientro in città, in modo tale da prolungarne i benefici.

occhiali-sole

In alternativa, per aiutare la pelle un po’ stressata dopo i bagni di sole, è possibile optare per integratori alimentari specifici.

Questi contengono elevate concentrazioni acido ialuronico e collagene, oltre a  vitamine e nutritivi utili per il benessere della pelle.

In particolare, sono indicati i prodotti ricchi di vitamina C (utile per favorire la formazione del collagene e la normale funzione della pelle) e nutritivi come rame, zinco, iodio, biotina e vitamine A, B2, B3, che favoriscono il mantenimento di una pelle normale.

Salva

Come mantenere l’abbronzatura più a lungo? 7 regole d’oro

La pelle un po’ dorata dona a tutti e ci fa sembrare immediantamente più in forma. Se però le vacanze sono ormai un lontano ricordo, vediamo come mantenere l’abbronzatura più a lungo una volta tornati in ufficio.

Se in vacanza avete idratato il vostro corpo e vi siete abbronzati con le dovute cautele senza scottarvi o, peggio, spellarvi, al rientro vi basterà seguire alcune regole per far durare più a lungo la tintarella.

Vediamole insieme.

1) Evitate i bagni caldi

La prima risposta alla domanda come mantenere l’abbronzatura più a lungo è quella di evitare i bagni caldi. La desquamazione della pelle infatti può essere favorita dal contatto prolungato con l’acqua.

bagno-abbronzatura

Meglio, quindi, una doccia, soprattutto se con acqua tiepida. Per la detersione, invece, è bene utilizzare un bagno schiuma naturale e non aggressivo.

Salva

2) Provate con l'olio di mandorle!

Se gli anni precedenti tutte le dritte su come mantenere l’abbronzatura più a lungo non sono servite, provate anche questa.

Prima di entrare sotto il getto dell’acqua della doccia, spalmate olio di mandorle (o un altro olio a piacere) sul vostro corpo!

In questo modo si crea un film protettivo sulla pelle contro l’azione disseccante del calcare.

come mantenere abbronzatura più a lungo con olio di mandorle

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

3) Mantenete il corpo idratato

La parola chiave per mantenere l’abbronzatura più a lungo è “idratazione“.

Idratare con costanza viso e corpo con una crema dopo sole ad hoc, contenente elevate concentrazioni di collagene, vitamine ed elastina, è una delle risposte più efficaci su come mantenere l’abbronzatura più a lungo.

crema-solare

La crema dopo sole, infatti, ripristina la naturale idratazione delle pelle e contribuisce a prolungare il segno della tintarella.

Salva

Salva

4) No ai profumi!

Limitate l’utilizzo di prodotti cosmetici a base alcolica, come per esempio i profumi. Questi infatti induriscono e seccano la pelle, favorendo l’inizio dell’odiato processo di spellatura.

profumo-abbronzatura

Salva

5) Week end di sole? Approfittatene!

Non lasciatevi sfuggire gli ultimi weekend di sole di fine estate per “ritoccare” la tintarella.

Non è necessario andare al mare, vi basterà sdraiarvi un po’ al sole in giardino per ravvivare la vostra abbronzatura!

capello-sole

6) L'aiuto del mallo di noce

Se non potete più fare qualche bagno di sole, provate a re-intensificare l’abbronzatura un po’ sbiadita con prodotti a base di mallo di noce.

Il mallo di noce contiene una sostanza (juglone) che a contatto con l’epidermide le conferisce una colorazione più scura.

mallo-noce-abbronzatura

Il mallo di noce per uso epidermico si trova sotto forma di olio, creme e gocce per il viso per cui è facile che troviate la formulazione più adatta alle vostre esigenze.

7) Acqua, alimentazione corretta e integratori

Non dimenticate infine di bere molta acqua e assumere alimenti ricchi di betacarotene e antiossidanti come carote, melone, pomodoro, zucca.

succo-frutta-abbronzatura

In questo frangente sono molto efficaci anche gli integratori per l’abbronzatura, disponibili in erboristerie e farmacie.

Salva

Come mantenere l’abbronzatura più a lungo: conclusioni

Per finire, ricordiamo che l’abbronzatura è la conseguenza di un processo naturale messo in atto dalla nostra pelle per “proteggerci” dai raggi UV.

È dunque fisiologico che, ultimata l’esposizione e a seguito del tournover cellulare, la nostra pelle progressivamente torni alla sua naturale colorazione.

Rispettare questo ciclo è importante e, come viene sostenuto anche in un articolo della Fondazione Umberto Veronesi, bisognerebbe sempre esporsi al sole con buon senso e moderazione.

ABBRONZATURA SANA

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva