Alla riapertura delle scuole a settembre è il pensiero ossessivo di molte mamme: come prevenire i pidocchi in modo naturale? Prima di vedere insieme i rimedi migliori, scopriamo qualcosa di più su questi odiosi parassiti.

La pediculosi, come confermato anche in un articolo della Fondazione Umberto Veronesi, è “un’infestazione parassitaria che colpisce principalmente il cuoio capelluto”.

Il prurito che ne consegue è dovuto alla puntura dei pidocchi, che si nutrono del sangue umano attraverso la cute e la perforano per raggiungere i vasi sanguigni.

Questi parassiti possono sopravvivere fino a 30 giorni e si moltiplicano rapidamente, deponendo moltissime uova, chiamate lendini.

Queste sono simili alla forfora, ma rimangono fortemente attaccate al capello, prediligendo la parte posteriore della nuca, dietro alle orecchie.

Come si prendono i pidocchi?

L’infestazione provocata dai pidocchi si trasmette sia attraverso il contatto diretto che attraverso quello indiretto. Un esempio può essere lo scambio di pettini, cappelli o sciarpe, ma la diffusione è possibile anche attraverso la biancheria da letto. pidocchi-bambini I pidocchi non saltano e non prediligono il capello sporco. È quindi da sfatare il mito secondo cui alla base della pediculosi vi sia una scarsa igiene personale. I pidocchi, al contrario, sembra vengano ostacolati dal capello sporco poiché la maggiore quantità di sebo renderebbe loro più difficile aderire alla cute.

Come prevenire i pidocchi: ecco 5 rimedi naturali

Come prevenire i pidocchi in modo naturale?

Solitamente questo è un problema che coinvolge bambini che frequentano la scuola materna o elementare, ma può estendersi rapidamente a tutti membri della famiglia.

pidocchi-famiglia

Ricordiamo infatti che gli adulti non sono immuni dai pidocchi: è quindi consigliabile che tutti si sottopongano a specifici trattamenti naturali per prevenire questo fastidioso problema.

Vediamo insieme 5 rimedi efficaci per giocare d’anticipo contro questi parassiti.

1) Insegna a non scambiare alcuni oggetti

La prima regola per prevenire i pidocchi, come avevamo anticipato, è quella di evitare lo scambio di alcuni oggetti personali.

Quando iniziano ad andare a scuola, infatti, i bambini si trovano sempre più spesso a giocare con i propri coetanei, aumentando così il rischio di incorrere in infestazioni come la pediculosi.

bambini-abbigliamento

Ovviamente non si può impedire ai bambini di relazionarsi, ma sarebbe buona norma insegnare loro a non scambiare indumenti (in particolare sciarpe e cappelli), cuscini o pettini.

Inoltre è importante informarsi a scuola, in piscina o in palestra sull’utilizzo di armadietti personali: in questo modo, infatti, si eviterà di ammucchiare cappotti e vestiti uno sopra l’altro.

2) Il controllo non è mai troppo!

Come prevenire i pidocchi se si ha avuto notizia di un’eventuale infestazione a scuola?

Tra i primi step vi è sicuramente un controllo scrupoloso del cuoio capelluto alla luce del sole, almeno una volta a settimana, soprattutto all’altezza della nuca e dietro le orecchie.

come-prevenire-pidocchi-capelli

È consigliabile, inoltre, effettuare questo controllo alla testa di tutti i familiari, magari aiutandosi con una lente d’ingrandimento, per verificare l’eventuale presenza di lendini (uova).

3) Utilizza un pettine a denti stretti

L’utilizzo di un pettine a maglie finissime, possibilmente in metallo e con i denti distanziati meno di 0.3 mm, permette di facilitare l’identificazione di parassiti o lendini (uova).

Questi, infatti, nel caso in cui siano presenti, rimarranno intrappolati tra i denti del pettine.

pettine-pidocchi-capelli

Almeno una volta a settimana, inoltre, si dovrebbero lavare tutti gli oggetti che entrano in contatto con i capelli dei bambini, come pettini, spazzole e fermagli.

Questi ultimi devono essere immersi in acqua bollente per un paio d’ore, utilizzando un detersivo o un detergente delicato.

4) Olio di neem e oli essenziali

E come prevenire i pidocchi con rimedi naturali? Il primo alleato nella guerra ai pidocchi è l’olio di neem, contenuto in lozioni per capelli già pronte e pensate appositamente per prevenire e sconfiggere questi parassiti.

L’olio di neem scoraggerebbe i pidocchi soprattutto grazie al suo caratteristico odore.

Si consiglia di applicare questo prodotto sui bambini anche prima di andare a scuola e di insistere soprattutto nell’attaccatura dei capelli.

oli-essenziali-contro-pidocchi

L’olio di neem garantisce buoni risultati “anti pidocchi” se abbinato ad oli essenziali nella formulazione di lozioni apposite da applicare con costanza ogni giorno.

Gli oli essenziali sono efficaci sia per tenere lontano questi parassiti che per debellarli attraverso l’asfissia.

Quelli più indicati, per un’azione repellente anti pidocchi, sono il timolo e la canfora (entrambi contenuti nell’olio essenziale di tanaceto).

Gli oli essenziali, in alternativa, si possono comprare singolarmente per aggiungerne qualche goccia allo shampoo.

come-prevenire-pidocchi

Salva

5) Aceto

Infine, tra i rimedi naturali più efficaci per prevenire i pidocchi troviamo gli  l’aceto. Ma come usarlo?

L’aceto è il passaggio finale nella prevenzione dei pidocchi, ma si rivela fondamentale.

Una volta a settimana risciacquate i capelli dei vostri bambini con un bicchiere di aceto bianco o di mele diluito in una caraffa di acqua calda!

aceto-contro-pidocchi

In questo modo disinfetterete la parte del capello in cui si attaccano le lendini (uova) e scioglierete il collante con cui sono attaccate al capello.

Infine i pidocchi non amano l’odore dell’aceto e questo contribuirà a mantenerli lontani!

Ora conoscete i modi migliori per difendere la vostra famiglia dalla comparsa di questi innocui, ma fastidiosissimi parassiti. Non vi resta che farvi trovare preparati!

Se ti è piaciuto questo articolo, ti potrebbe interessare anche…

pidocchivis

Salva