Aglio e pressione è un’accoppiata che, da qualche tempo, ha generato discussioni: cerchiamo quindi di fare chiarezza sui benefici di questa pianta e sul suo utilizzo correlato alla pressione.

L’aglio è una pianta aromatica molto apprezzata dai cuochi italiani, ma non tutti sanno che è anche diffusamente utilizzata in fitoterapia per la formulazione di integratori naturali specifici.

Non è, dunque, un semplice ingrediente per succulente pietanze, ma può risultare anche un valido alleato del nostro benessere. In particolare può  contribuire alla corretta funzionalità dell’apparato cardiovascolare e la regolarizzazione della pressione arteriosa.

Ma come assumerlo per avere benefici? Basta consumarlo nelle pietanze? Vediamolo assieme.

Perché è pericoloso avere la pressione alta?

L’ipertensione, la cosiddetta “pressione alta”, specie dopo una certa età, è uno di principali fattori di rischio per lo sviluppo di problematiche cardiovascolari.

Questa non è in sé una patologia, ma nel corso degli anni può danneggiare i vasi sanguigni, il cuore, i reni e altri organi.

Altri fattori, se combinati con l’ipertensione, possono inoltre contribuire all’insorgenza di gravi malattie come insufficienze cardiache o renali.

Il Ministero della Salute Italiano, in un opuscolo dedicato a questa problematica, conferma infatti che “le persone affette da ipertensione che hanno anche livelli alti di glicemia o di colesterolo nel sangue presentano rischi ancora maggiori di infarto e ictus.”

Per evitare di sviluppare l’ipertensione è necessario seguire uno stile di vita salutare, evitando fattori di rischio come la sedentarietà, il sovrappeso, l’alcol e il fumo. Tuttavia in caso di bisogno la natura ci viene in aiuto con questo semplice e prezioso alleato: l’aglio.

Salva

Salva

Proprietà dell’aglio: utili per la pressione ma non solo!

Ma cosa rende l’aglio così prezioso per il nostro benessere? E quali sono le sue più importanti virtù?

Ricordiamo che l’estratto di aglio vanta le seguenti proprietà:

  • antiossidanti, utili per contrastare lo stress ossidativo, principale responsabile dell’invecchiamento precoce;
  • sostiene il metabolismo dei grassi, utile per evitare un “accumulo” di trigliceridi e colesterolo;
  • promuove la funzionalità cardiovascolare e favorisce la regolarità della pressione sanguigna.

L’aglio viene spesso utilizzato nella formulazione di integratori concepiti ad hoc per favorire la regolarità della pressione arteriosa.

Questo aspetto si rivela fondamentale per il nostro benessere. Infatti: “i componenti dell’aglio possono indurre vasodilatazione nelle arterie, con un conseguente calo della pressione”. (Elena Bortolini, Curarsi con l’aglio, Hermes Edizioni 2014).

Salva

Salva

Aglio e pressione: perché è più efficace un integratore?

La presenza di aglio in molti piatti tipici della cucina italiana e mediterranea è, dunque, da considerare una “salutare abitudine”. Tuttavia sfruttare a pieno le proprietà dell’aglio attraverso il semplice uso che se ne fa in cucina non è semplice e spesso si consiglia di ricorrere ad integratori specifici in pastiglie, per vari motivi.

Salva

N

Assunzione regolare

Per ottenere benefici, l’assunzione di aglio deve essere quotidiana e abbondante. Difficilmente però si cucinano ogni giorno pietanze che contengono aglio.

N

Concentrazioine di principio attivo

La quantità di estratto presente nelle pietanze non è concentrata e potrebbe essere insufficiente per avere benefici e sfruttare appieno le proprietà dell’aglio per la pressione.

N

"Danni" della cottura

Gran parte delle proprietà dell’aglio si perdono con la cottura. L’aglio andrebbe quindi consumato a crudo. E anche in quel caso, se ne dovrebbero assumere grandi quantità (e qualcuno potrebbe lamentarsi del nostro alito!).

I vantaggi degli integratori a base di aglio

Gli integratori di aglio proprio in virtù dell’elevata concentrazione di principio attivo della pianta (allina), presentano numerosi vantaggi per il nostro organismo, in quanto:

  • sono prodotti con ingredienti naturali;
  • permettono di consumare l’aglio in modo pratico e veloce;
  • contengono la quantità di estratto necessaria per ottenere benefici.

Infine non dimentichiamo che questa pianta può essere presente, assieme ad altre erbe e nutritivi, nella formulazione di integratori complessi, concepiti per sostenere il benessere dell’intestino.

L’aglio tra storia e leggenda

Ma non esistono solo notizie relative ad aglio e pressione. L’aglio è da sempre una pianta avvolta in un alone di mistero ed è parte di molte storie e leggende provenienti da diverse culture.

Proprio nel Medioevo infatti si affermò una delle superstizioni popolari più note sull’aglio: la credenza che potesse proteggere dagli spiriti malvagi. Si diffuse così l’usanza di indossare l’aglio attorno al collo o di appenderlo sulla soglia per tenere lontani vampiri e lupi mannari.

 

Il popolo che lo amò di più fu però sicuramente quello egiziano, che ne attribuiva un tale valore che meno di 7 kg erano sufficienti per acquistare uno schiavo.

Non solo: si narra che venisse utilizzato per aumentare la resistenza fisica. Questa credenza era radicata a tal punto che gli schiavi egizi pare abbiano dato vita al primo sciopero documentato per opporsi all’abolizione della loro razione d’aglio.

L’aglio divenne poi un alleato in battaglia per greci e romani che lo chiamavano “la rosa puzzolente” e lo masticavano per acquisire forza prima di un combattimento.

Se ti è piaciuto questo articolo, ti potrebbe interessare anche…

aglio